fbpx

Volley, i playoff si avvicinano per la Tonno Callipo. Cester: “Monza squadra forte, ma noi siamo un grande gruppo”

Cester Missione Play Off

Il fatidico appuntamento con i quarti di finale play off scudetto di Superlega si avvicina: la Tonno Callipo vuole farsi trovare pronta alla serie di sfide con Monza

Ha ripreso a lavorare nella mattinata di oggi la Tonno Callipo Calabria: meno otto alla prima gara dei quarti di finale dei play off scudetto contro Monza. Dopo il weekend libero Saitta e compagni sono tornati stamani in palestra per il lavoro fisico e proseguiranno oggi pomeriggio al palasport per una seduta tecnica. La storica ‘Missione Play Off’ iniziata all’indomani della regular season prosegue in casa-Callipo con l’ultima settimana di preparazione prima dell’esordio all’Arena di Monza. Lavoro alternato tra sala pesi e sedute tecnico-tattiche nel programma stilato da coach Valerio Baldovin ed il suo staff. Un traguardo quello dei play off che, come hanno già sottolineato Abouba e Rizzo, non soddisfa le ambizioni dei calabresi. La squadra giallorossa vuole infatti dare un buon seguito allo storico quinto posto, mai ottenuto prima nella vita societaria della Tonno Callipo Calabria, e ben figurare nei play off contro la Vero Volley Monza sarà senza dubbio un modo opportuno per farlo. Concentrazione, dunque, già alta nel gruppo vibonese, consapevole di dover iniziare bene questa serie che vedrà primeggiare chi si aggiudicherà due gare su tre. Ecco quindi che gara-1 a Monza il 9 marzo (ore 18.00 – diretta Eleven Sports) sarà già importante per iniziare la serie col piede giusto, ovviamente con la consapevolezza della forza della formazione brianzola, capace di risalire in classifica dopo un inizio opaco con annesso cambio in panchina, da Soli ad Eccheli.

Prosegue la nostra rubrica ‘Missione Play Off’

Terzo appuntamento con la nostra rubrica ‘Missione Play Off‘ ideata con l’intento di accompagnare la febbricitante attesa degli imminenti quarti di finale play off scudetto direttamente con la voce degli attori principali della Tonno Callipo. Questa volta ad occupare la scena è il centrale veneto Enrico Cester che ha chiuso una stagione regolare ricca di soddisfazioni, occupando posizioni di tutto rispetto nelle classifiche individuali.

Le parole di Enrico Cester

L’esperto centrale di Motta di Livenza ha disputato tutte e 22 le gare da calendario, accumulando ben 84 su 85 set giocati. È il quinto realizzatore di squadra con i suoi 148 punti, di cui 9 ace, con 96 attacchi vincenti. Score che lo piazza al 15esimo posto tra i centrali di Superlega, migliorando di ben 11 posizioni rispetto alla scorsa stagione, seppur monca delle ultime quattro gare a causa della sospensione del torneo per la pandemia. Ottimo anche il sesto posto finale nella classifica dei block totalizzandone 43, di cui 6, con cui ha conquistato il primato personale in una gara, nell’ultima contro Civitanova.

Durante la video intervista, registrata nella splendida cornice del Popilia Country Resort, Cester ha commentato: “Bellissima stagione, siamo stati tutti contenti nel raggiungimento di questo obiettivo. Dopo aver fatto molto lavoro in palestra, ora ci concentreremo sulle contromisure al nostro avversario, Monza, che conosciamo bene. La stagione credo sia da incorniciare e da ricordare, grazie a quell’alchimia che si è creata nel nostro gruppo portandoci a vittorie memorabili come quelle di Civitanova e Modena. Si è creato davvero un bel gruppo di lavoro soprattutto in palestra. Monza è una squadra forte che dopo il cambio di allenatore ha avuto una bella energia, con un buon gruppo ed un opposto giovane ma che sta facendo molto bene. Ritrovano anche Holt, altro giocatore di esperienza. Ci resta l’amaro in bocca per aver perso qualche punto nella parte finale della stagione, però ci sta avendone magari preso qualcuno in gare proibitive. Un torneo particolare per l’assenza del pubblico: strano andare in battuta in un silenzio assordante, è stato davvero complicato. Aver contribuito a questo risultato storico per la Callipo mi emoziona e mi riempie di orgoglio, per tutti noi giocatori è davvero un onore”.