fbpx

Vaccino Coronavirus, Johnson&Johnson frena: complicazioni nella fornitura di 55 milioni di dosi all’UE

Foto di Vassil Donev / Ansa

Vaccino Coronavirus, Johnson&Johnson avverte l’Unione Europea: difficoltà nel fornire 55 milioni di dosi nel secondo trimestre

Secondo quanto riferito da un funzionario europeo all’agenzia Reuters, la multinazionale farmaceutica statunitense Johnson&Johnson ha comunicato all’Unione Europea di aver riscontrato alcune difficoltà di approviggionamento che rischiano di complicare fortemente la fornitura di 55 milioni di dosi del loro vaccino contro il Coronavirus nel secondo trimestre del 2021. Il vaccino prodotto da Johnson&Johnson dovrebbe essere approvato il prossimo 11 marzo dell’Ema, mentre le consegne dovrebbero partire dal mese di aprile. L’azienda si era impegnata a fornire all’UE ben 200 milioni di dosi entro il 2021. La scorsa settimana, J&J aveva manifestato problemi nel reperimento di alcune componenti fondamentali per la creazione del vaccino, subendo dunque un rallentamento nella produzione e sulla successiva distribuzione delle suddette 55 milioni di dosi entro fine giugno.