fbpx

Vaccini in Calabria, il Commissario Figliuolo incontra Spirlì: “non sono preoccupato, contento del lavoro che la Regione sta svolgendo”

figliuolo curcio calabria

Nell’incontro con il generale Francesco Paolo Figliuolo e il capo della protezione civile Fabrizio Curcio, il presidente f.f. della Calabria Nino Spirlì ha ricordato che in Regione sono stati vaccinati 83mila anziani

“Il generale Figliuolo si è reso conto che il 75% raggiunto è un ottimo risultato”. Questo il commento del presidente facente funzioni della Regione Calabria, Antonino Spirlì, che ha accompagnato il commissario nazionale per l’emergenza Covid-19, il generale Francesco Paolo Figliuolo, e il capo della protezione civile, Fabrizio Curcio, al sopralluogo presso il centro vaccinale di Cosenza. “Regioni più attrezzate del nord sono avanti di pochi punti percentuali rispetto alla Calabria che ha vaccinato già 83.000 su 130mila anziani. Faremo hub aggiuntivi ed in questo senso il loro aiuto sarà molto importante. Evitiamo di polemizzare in questi giorni – ha detto Spirlì – perché partiamo da deficit di organico con personale e strutture precarie. Spirlì e Longo non sono supereroi che risolvono tutto in pochi giorni – ha concluso -. Chiedete piuttosto ai ladroni degli ultimi decenni”“Stiamo trovando delle buone soluzioni organizzative per incrementare gli hub vaccinali nell’ottica del Piano. Si sta andando avanti e sono molto contento di quello che si sta facendo qua in Calabria, non sono preoccupato”. Lo ha detto invece il generale Francesco Paolo Figliuolo ai cronisti in attesa a conclusione di una riunione alla Cittadella regionale di Catanzaro.

Vaccini in Calabria, il Pd: “Figliuolo non si fermi ad apparenze”

“Apprezziamo gli impegni presi dal commissario Figliuolo, oggi in visita in Calabria, per dare una svolta alla campagna vaccinale sul territorio regionale ma lo invitiamo ad approfondire tutte le situazioni di criticità che sono emerse e che vengono puntualmente portate alla luce dagli operatori sanitari”. Lo dichiarano in una nota il commissario regionale del Partito Democratico della Calabria Stefano Graziano e il capogruppo in consiglio regionale Domenico Bevacqua. “Non ci si fermi ad un ciclo di incontri e rapide visite – aggiungono – i problemi ci sono e non ci si deve voltare dall’altra parte. Ci sono migliaia di persone in attesa di Pfizer e Moderna cui va data una risposta rapidissima. I dati e i fatti, purtroppo, smentiscono l’ottimismo di Spirlì più interessato al suo futuro politico che alla salute dei calabresi”.