fbpx

Tiro con l’arco, Francesco Poerio Piterà e gli Arcieri Club Lido per la seconda volta Campioni d’Italia

  • Foto di Vittorio Frangilli
    Foto di Vittorio Frangilli
/

Nel week end appena trascorso, nel rispetto delle normative covid 19, si è svolto nei padiglioni della Fiera di Rimini il 48° Campionato Italiano Indoor di tiro con l’arco: Francesco Poerio Piterà e gli Arcieri Club Lido per la seconda volta Campioni d’Italia

Per la Calabria erano qualificati atleti di diverse società, ma a tenere alto il nome della regione ci ha pensato solo la società del presidente Messina che su quattro atleti iscritti si è portata a casa quattro medaglie e un titolo italiano.
Gli arcieri Club Lido, come ormai da anni ci hanno abituato a successi in campo nazionale non smentiscono le aspettative dei mister Messina e Poerio Piterà, i quali durante tutto l’anno sportivo, nonostante le restrizioni dovute alla presente pandemia hanno organizzato e preparato i ragazzi ad affrontare al meglio una competizione nazionale, portandosi a casa per il secondo anno consecutivo entrambe le medaglie nelle medesime discipline e classi.
A fare da portabandiera per la società Club Lido è stato l’allievo Francesco Poerio Piterà, il quale, aveva i riflettori puntati su di lui, infatti doveva difendere il titolo di campione Italiano conquistato lo scorso anno, ed in più, era qualificato di diritto ed in cima alla ranking italiana.

“Partire da Favoriti non è positivo – afferma il Mister Poerio Piterà Edoardo hai su di te le attenzioni di tutti, ma soprattutto hai lo stress emotivo di chi deve difendere un titolo conquistato, ma la grande tenacia fino all’ultimo trenta e una serie di volee perfette mettono in archivio anche questo campionato italiano con la conquista per il secondo anno consecutivo del titolo di Campione d’Italia”.

Un punteggio di tutto rispetto per l’allievo Francesco Poerio Piterà con i parziali di gara di 289 e 294 punti che lo collocano anche al quinto posto assoluto delle qualifiche per le finali. Stesso epilogo dello scorso anno anche per la squadra compound, composta da Poerio Piterà Anastasia, Chiarella Vittoria Veneta e Caroleo Roberta, che si portano a casa, come fu anche lo scorso anno un’altra storica medaglia d’argento nella classe allieve.

Soddisfazione traspare nelle parole del Presidente Messina: “Abbiamo lavorato duro durante questo anno sportivo, ma nonostante le difficoltà nella concessioni di palestre e palazzetti, rincorrendo con autorizzazioni settimanali e richieste anche giornaliere i turni di allenamento, abbiamo ottenuto i risultati prefissati. Ottima prestazione dei ragazzi, Francesco Poerio Piterà, ha confermato a tutta Italia Fitarco che quando si lavora sodo, quando si ha la consapevolezza di far bene i risultati arrivano e sono sotto gli occhi di tutti, stessa cosa dicasi per le nostre ragazze che con caparbietà hanno fatto durante l’anno prima le qualifiche e poi si sono conquistate la partecipazione e la medaglia al campionato italiano”.

“Abbiamo fatto duemila chilometri per poter partecipare all’evento nazionale, ma quel minuto di podio conquistato ci ripaga di tutti gli sforzi fatti durante l’anno, si un minuto – aggiunge il tecnico Poerio Piterà – un minuto che ha dietro ore di lavoro e sacrifici, un minuto che solo chi conosce lo sport quello vero, quello fatto sul campo ne apprezza il vero significato. Quel minuto lo volevamo fortemente e per il secondo anno consecutivo lo abbiamo conquistato, perché – aggiunge il mister – la storia si scrive con i podi e non con gli articoli di giornale”.

Da segnalare inoltre i complimenti allo staff Club Lido solo Consigliere Regionale Neo eletto Sergio Bonavita, l’unico del comitato Calabria a riconoscere i meriti sportivi degli atleti della società del presidente Messina e a seguire i risultati del team. Nessun cenno della manifestazione e dei risultati, ad oggi, compare sul sito istituzionale del Coni Calabria.