fbpx

San Roberto, stanziati i primi due milioni e mezzo di euro per opere pubbliche

L’amministrazione comunale di San Roberto guidata dal sindaco Antonino Micari inizia il 2021 con importanti investimenti per il rilancio del borgo aspromontano

L’amministrazione comunale di San Roberto guidata dal sindaco Antonino Micari inizia il 2021 con importanti investimenti per il rilancio del borgo aspromontano. Sono circa due milioni e mezzo di euro i fondi già ottenuti ed impegnati dall’Ente per la realizzazione di opere volte a migliorare le infrastrutture comunali e la qualità della vita della popolazione.

“Innanzitutto le opere da destinare all’infanzia, la quale ha molto sofferto le costrizioni imposte dalla pandemia. Il progetto di realizzare una palestra all’aperto nel parco giochi è stata un’idea che mi è stata a cuore fin dell’insediamento – ha spiegato il sindaco – Successivamente interverremo con un piano per rendere fruibile il territorio, attraverso la messa in sicurezza dell’impianto di illuminazione pubblica, il quale sarà a risparmio energetico grazie alla lampade a led, mentre sarà ampliata la rete fognaria e migliorata la qualità delle acque attraverso un intervento di efficientamento del depuratore di Concessa. Altri progetti sono inoltre al vaglio della Regione e della Città Metropolitana”.

Il sindaco si riferisce infatti a dei piani presentati per la realizzazione di raccolta delle acque piovane tramite dei canaloni da realizzarsi a Melia in via Fondaco ed a San Roberto in via Giovanni Busceti e nel viale delle Mimose, così come altri interventi in favore delle arterie di Acquacalda, contrada Calamona e la strada per Santa Tecla e Li Piani Floralto.

“A queste iniziative, utili nel quotidiano, stiamo affiancando progetti per rilanciare l’economia locale che molto ha sofferto. Rumia è la nostra punta di diamante, il nostro biglietto da visita nel Parco d’Aspromonte – ha commentato il sindaco Antonino Micari – Per questo ho insistito nel rifacimento della strada nell’area del laghetto ed in tutti i Piani d’Aspromonte sottoposti alla nostra giurisdizione. In quest’ottica inoltre completeremo la strada di collegamento da San Giorgio a Spallati, poiché una delle cose che più aborro sono le incompiute”.