fbpx

Reggio Calabria, la disastrosa segnaletica dei lavori in via Montevergine Petti: automobilisti costretti a… entrare in autostrada!

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria, i lavori di via Montevergine Petti e la segnalazione… tardiva!

Il 15 febbraio sono iniziati dei lavori in via Montevergine Petti, piccola ma strategica stradina che collega il quartiere di Santa Caterina a via Lia nella zona nord di Reggio Calabria. I lavori sono necessari a mettere in esercizio e ripristinare le condotte idriche della zona, che – evidentemente vetuste – periodicamente si rompevano provocando carenza idrica e devastando l’asfalto.

Ben vengano, quindi, interventi volti a ripristinare i servizi basilari e la sicurezza stradale.

Intanto, però, i lavori dovevano finire il 27 febbraio e dopo 9 giorni dalla scadenza programmata, sono ancora in corso. Ma soprattutto sarebbe necessario pensare a una segnaletica stradale adeguata, che avvisi gli automobilisti della chiusura con anticipo sufficiente ad utilizzare un percorso alternativo. Percorrendo via Enotria, infatti, non c’è nessun avviso della chiusura di via Montevergine Petti fino all’imbocco della stessa via Montevergine Petti, quando però è troppo tardi per cambiare strada e l’unica alternativa è immettersi sull’A2 Salerno-Reggio Calabria in direzione Nord.

Peccato che tutti gli automobilisti che da via Enotria imboccano via Montevergine Petti, lo fanno per dirigersi verso lo svincolo di via Lia e quindi immettersi sulla tangenziale cittadina in direzione Sud.

Basterebbe apporre un segnale che evidenzi la chiusura di via Montevergine Petti all’altezza dell’incrocio con via Bligny, affinchè gli automobilisti che devono dirigersi a Sud possano invertire la rotta e scegliere un percorso alternativo (percorrendo via Esperia e poi il viale della Libertà per immettersi in tangenziale da via Lia), prima che sia troppo tardi e che siano costretti a prendere l’autostrada in direzione Nord a causa di una chiusura stradale non segnalata in anticipo.

Reggio Calabria, il cantiere di via Montevergine Petti e quel segnale che compare troppo tardi… [VIDEO]

Oltre, ovviamente, a velocizzare l’intervento e ripristinare al più presto possibile il transito in questa stradina così piccola e stretta ma al tempo stesso fondamentale per la viabilità di tutta l’area: ci auguriamo che non si arrivi a celebrare tra 7 giorni l’anniversario del primo mese di lavori per la posa di una tubatura.

Non chiediamo l’efficienza del Sanyuan Bridge, il ponte del terzo raccordo anulare di Pechino completamente ristrutturato il 43 ore a novembre 2015 (vedi video sotto), ma forse un mese per 200 metri di rete idrica è davvero troppo anche per gli attuali ritmi mediterranei.