fbpx

Reggio Calabria, i Consiglieri di Forza Italia: “pagare immediatamente gli assistenti educativi”

Reggio Calabria, i Consiglieri di Forza Italia: “pagare immediatamente gli assistenti educativi, e si spieghi il perché di questi ritardi”

“Apprendiamo del mancato pagamento di ben 160 assistenti educativi delle scuole d’infanzia, primarie e secondarie di primo grado da parte del Comune di Reggio Calabria, in ritardo di 4 mesi rispetto alla regola erogazione degli stipendi. Nonostante questo, il servizio non si è mai interrotto. Per gli operatori la mancanza di emolumenti e la pandemia non sono state sufficienti “attenuanti” per fermarsi, pensando anzitutto alla tutela dei minori. Ma questo atto estremamente responsabile degli assistenti educativi non ha sortito alcune effetto positivo nei loro confronti”. E’ quanto scrivono in una nota i Consiglieri comunali di Forza Italia, Federico Milia, Antonino Caridi, Antonino Maiolino. “Il servizio è iniziato a metà del mese di ottobre; da allora soltanto le prime due settimane di lavoro sono state riconosciute. Adesso, giustamente, i lavoratori sono sul piede di guerra, stanchi delle ripetute promesse senza seguito e dei giochi al rimando. “Risposte vaghe e superficiali” da parte di assessori e Primo cittadino si legge oggi sugli articoli degli Organi di Informazione che hanno dato rilievo alla notizia. Promesse che si dilungano dai tempi del ballottaggio delle ultime comunali, durante il quale il Sindaco Falcomatà ha sfornato rassicurazioni di cui, ad oggi, non si vede neanche l’ombra. “Regolarità nel lavoro e nelle erogazioni degli stipendi da parte delle cooperative affidatarie del bando per il servizio” restano dunque chimere per gli operatori, come ricordano diversi lavoratori che hanno esternato alla stampa la loro insoddisfazione professionale ed economica. Ci teniamo a specificare che l’argomento non è stato mai trattato in Commissione od in Consiglio. Questa situazione è una bomba ad orologeria pronta ad esplodere. I 160 assistenti educativi hanno già trascorso le festività natalizie senza veder riconosciuto il proprio lavoro e, salvo “imprevisti” dell’ultimo minuto, avranno lo stesso ingombrante problema per le festività pasquali. Molti di loro addirittura attendono ancora di ricevere cassa integrazione e tfr dello scorso anno scolastico. Noi consiglieri di Opposizione, sempre al fianco dei cittadini, chiediamo celeri delucidazioni in merito e che si provveda al più presto a risolvere l’annoso problema che si ripercuote anche sulle famiglie degli interessati e che presto potrebbe ripercuotersi anche sul servizio stesso reso alla Cittadinanza”, conclude la nota.