fbpx

Reggio Calabria, il “Girasole” eletto dai cittadini “monumento al degrado” dell’amministrazione Falcomatà: le FOTO della protesta

/

Era l’estate 2017 quando il Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, prometteva ai cittadini l’apertura della struttura situata nel quartiere di Gebbione

Una struttura in pratica mai attiva, ormai abbandonata nel degrado più totale, simbolo di una città immobile e in crisi di investimenti. Sono stati piazzati degli striscione sulla porta di ingresso del Girasole, ovvero quello che avrebbe dovuto essere un centro commerciale situato nella zona Sud di Reggio Calabria, nel quartiere Gebbione. Non è chiaro chi siano gli autori dell’iniziativa, ma le motivazioni sono ovvie e dovrebbero far riflettere. L’edificio è chiuso da circa 20 anni ed era l’estate del 2017 quando il Sindaco Giuseppe Falcomatà prometteva ai cittadini di metterlo in funzione, parlando di una “struttura rinnovata e sostenibile dal punto di vista energetico e ambientale, con un teatro, una zona bar e una sala conferenze”, a disposizione dei reggini. Di tempo ne è passato, alle parole non sono seguite i fatti: “Amministrazione Falcomatà, monumento al degrado”, scrivono i manifestanti. In alto le foto degli striscioni.