fbpx

Reggio Calabria, De Biasi (Lega): “politica fallimentare nella gestione dell’aeroporto dello Stretto”

giuseppe de biasi lega

Reggio Calabria, De Biasi (Lega): “basta fare una ricerca veloce sul sito di Alitalia e in pochi minuti balza agli occhi la politica fallimentare nella gestione dell’aeroporto dello Stretto”

“Basta fare una ricerca veloce sul sito di Alitalia e in pochi minuti balza agli occhi la politica fallimentare nella gestione dell’aeroporto ‘Tito Minniti’. E’ pur vero che il detto recita “Tutte le strade portano a Roma”, ma ciò non vuol dire che chi vive a Reggio Calabria debba usare per forza mezzi a quattro ruote per raggiungere la capitale qualora abbia un’emergenza”. E’ quanto scrive in una nota il consigliere comunale della Lega, Giuseppe De Biasi. “Per tutto il mese di marzo, infatti, il solo volo presente (e questo è un altro aspetto assurdo!) decollerà solo alcuni giorni a settimana, mentre, si spera, la regolarità viene segnalata dalla compagnia di bandiera da aprile in avanti. Qui, però, compare la problematica dell’orario: partenza da Reggio alle 15,10 e da Fiumicino alle 13,15. Praticamente impossibile andare e tornare in giornata e obbligo di restare due giorni in capitale magari per svolgere incombenze professionali o amministrative che si sarebbero potute risolvere in un unico giorno. Così come, eliminando il volo serale, si obbligano i pendolari del week-end a spendere ferie e permessi per poter tornare a casa dai propri cari. Una modalità che, sempre navigando sulla piattaforma web di Alitalia, sarà mantenuta anche in estate, quando, in teoria, dovrebbero arrivare i turisti. E su Milano non è certo migliore la situazione a livello di frequenza e fasce orarie, mentre, anche a marzo, è possibile avere più scelta su Lamezia, per e da Roma, con un volo che parte dal Leonardo Da Vinci alle 21,35, cioè, guarda caso, il medesimo orario che prima serviva il Minniti. Nella problematica dei collegamenti ridotti al lumicino, si inserisce anche la recente notizia che dal prossimo 13 marzo dovrebbe esordire la tratta ferroviaria Messina – Fontanarossa di Catania con conseguente perdita definitiva dell’ormai, purtroppo, esigua utenza messinese che avrebbe invece dovuto rappresentare una cospicua fetta di viaggiatori per la crescita dell’aeroporto dello Stretto. Una situazione che si avvia lentamente verso il declino definitivo; una politica aziendale, quella di Alitalia, che potrebbe vanificare gli sforzi istituzionali profusi per il potenziamento dello scalo. In consiglio comunale, con interrogazione ad hoc, chiederò al sindaco Falcomatà ed al civico consesso, un preciso e deciso impegno ed un’interlocuzione pressante con la Sacal, così come mi farò portavoce, attraverso i vertici del mio partito, affinché venga investito di questa incresciosa situazione il neo viceministro alle infrastrutture e trasporti Alessandro Morelli. Reggio non può continuare a subire mortificazioni ed isolamento”, conclude la nota.