fbpx

Reggio Calabria, brogli elettorali alle comunali: i NOMI degli arrestati di oggi

arresto polizia notte

Reggio Calabria, brogli elettorali: i nomi degli arrestati in merito ai presunti brogli alle elezioni comunali del 20 e 21 settembre 2020

Questi i nomi degli arrestati oggi a Reggio Calabria, sottoposti alla misura dei domiciliari, in merito ai presunti brogli alle elezioni comunali di Reggio Calabria del 20 e 21 settembre 2020: Antonino Castorina gia’ consigliere comunale e metropolitano del Pd, Giuseppe Saraceno (parente Castorina e componente di uno dei seggi elettorali sotto indagine), Simone D’Ascola (soggetto che si presentava ai seggi elettorali per conto di Castorina), Francesco Lagana’ e Antonio Fortunato Morelli componenti dello staff politico. Per Antonino Covani responsabile dell’ufficio elettorale del Comune di Reggio Calabria e’ stata disposta la misura interdittiva della sospensione dall’esercizio del pubblico per 12 mesi.

Un gran numero di scrutatori sono stati indicati dal consigliere Antonino Castorina e destinati in seggi particolari e alla contestazione di un funzionario comunale, sui criteri di nomina, il dirigente dell’ufficio elettorale ha detto di procedere per come era stato stabilito dalla commissione elettorale. Va tenuto presente che Castorina non poteva far parte della commissione, ne’ presiederla come ha fatto nel 2020, tant’e’ che non abbiamo avuto riscontri in tal senso sulla sua delega a presiederla“. Cosi’ il procuratore della Repubblica Giovanni Bombardieri sugli arresti effettuati oggi in merito ai presunti brogli alle elezioni comunali di Reggio Calabria. Su questa questione e’ indagato, ma non fa parte di questo procedimento, anche l’ex presidente del Consiglio comunale Demetrio Delfino, attuale assessore alle Politiche sociali della giunta comunale.

Reggio Calabria, i brogli elettorali di Castorina & company: altri arresti della DIGOS, anche uno scrutatore e un giornalista [NOMI e DETTAGLI]