fbpx

Reggio Calabria: audizione presso la Commissione pari opportunità del Maestro Iginio Massari

Reggio Calabria: in occasione della festa delle donne per sensibilizzare e mantenere sempre alta l’attenzione sul fenomeno della violenza sulle donne, la Commissione pari opportunità, pace, diritti umani, relazioni internazionali e immigrazione ha audito via web il maestro Iginio Massari

In occasione della festa delle donne per sensibilizzare e mantenere sempre alta l’attenzione sul fenomeno della violenza sulle donne, la Commissione pari opportunità, pace, diritti umani, relazioni internazionali e immigrazione ha audito via web il maestro Iginio Massari, eletto miglior pasticcere al mondo, che attraverso la sua arte ha creato dolci a tema per sensibilizzare sul problema della violenza sulle donne. Una testimonianza di come ognuno attraverso il proprio impegno e lavoro, può comunque impegnarsi per diffondere una cultura diversa a sostegno delle donne che subiscono violenze di ogni genere. “Il maestro Massari-dichiara la presidente della Commissione Lucia Anita Nucera- non ha bisogno di presentazioni, con la sua arte porta il buon nome dell’Italia in tutto il mondo. Elencare tutti i premi che gli sono stati conferiti sarebbe difficile, ma in questo ambito voglio evidenziare soprattutto il suo impegno nel sociale attraverso iniziative con i giovani e per quanto concerne le donne, la creazione di un dolce a tema per sensibilizzare e trasmettere un messaggio di rispetto e contrasto alla violenza.È un fenomeno, purtroppo, in continuo aumento, sono 22 le donne uccise dal nuovo anno e insieme a loro i minori sono altrettante vittime. Il maestro ha messo la sua arte anche a sostegno delle donne. Ho avuto la possibilità di conoscere il maestro Massari nel corso di un incontro promosso al Museo del Bergamotto e anche in quell’occasione ho apprezzato oltre la sua immensa arte anche la sua particolare sensibilità e vicinanza verso i prodotti tipici della nostra terra e i temi sociali. Stiamo puntando all’attivazione di corsi di formazione di alta pasticceria per l’inserimento lavorativo di donne vittime di violenza e in generale, e la partecipazione del maestro Massari sarebbe di grande rilevanza sia come grande professionista sia per la sua umanità”. La presidente Nucera ha conferito al maestro Massari una targa da parte della Commissione e della Presidenza del consiglio, quale riconoscimento per il suo impegno sul fenomeno. “Ringrazio la presidente per l’invito-afferma Iginio Massari- sul tema della violenza sulle donne dico che la maturazione deve avvenire all’interno di ogni individuo, il rispetto ce l’abbiamo o no, fa parte delle caratteristiche umane. Ritengo che il discorso sulle donne rimarrà un male per decenni sino a quando non ci sarà un cambio culturale. La festa delle donne nasce il 23 febbraio a San Pietroburgo per il calendario russo che poi, è stato tramutato da quello gregoriano nell’otto marzo. Un giorno che ha grande importanza per la lotta iniziata già all’inizio del 1900, con donne coraggiose che reclamavano perché i mariti tornassero dalla guerra. Ci sono anche tanti nomi di fiori, di donne dedicate a donne speciali. È bello ricordare il perche’ si festeggia la donna ed è altrettanto importante pensare come venga coinvolta nei dolci con i nomi femminili. Nella vostra città, avete dei prodotti eccezionali per la pasticceria, agrumi e soprattutto il bergamotto”. La figlia del maestro Massari, Debora, in occasione del 25 novembre ha realizzato un cuore rosso per sensibilizzare sul tema. “Saremo contenti -evidenzia il consigliere metropolitano Giuseppe Marino- di poter incontrare il maestro presto nella nostra città, anche per aiutare a promuovere il nostro patrimonio identitario, tra cui il bergamotto essenza apprezzata anche in campo gastronomico oltre che nella profumeria. È un percorso che stiamo cercando di costruire per il rilancio dell’ economia del nostro territorio”. L’azienda di Iginio Massari è particolarmente sensibile ai problemi sociali. “È importante che personaggi del suo calibro abbraccino tematiche così delicate-afferma la consigliera Angela Martino-purtroppo di anno in anno sono tante le vittime e ci sono anche donne che perdono la loro pace, serenità perché violentate psicologicamente. E’ necessario che il fenomeno venga preso a cuore da parte di tutti, perché tutti possiamo contribuire non solo chi fa politica”.