fbpx

Reggio Calabria, ARERA sanziona il Comune per violazione delle tariffe idriche. L’avvocato Musicò: “Dopo quasi 10 anni, nulla è cambiato”

Avvocato Carolina Musicò Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Comune di Reggio Calabria sanzionato da ARERA per quanto riguarda alcune violazioni della tariffazione idrica: le parole dell’Avvocato Musicò

ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha sanzionato il Comune di Reggio Calabria per una serie di violazioni della tariffazione del servizio idrico integrato. Questa autorità dal 2011 ha acquisito la regolazione, in fatto di tariffazione, per ogni comune di Italia, costretto ad interfacciarsi con esso e sottostando alla sua regolamentazione.

Chi non ottempera alla prescrizioni viene sanzionato, ed è quanto accaduto al Comune di Reggio Calabria. Chi ha combattuto sin dall’inizio con questo problema – forse la prima in assoluta – è l’Avvocato Carolina Musicò. Intercettata dai microfoni di StrettoWeb, ha spiegato nel dettaglio cosa è accaduto in tutti questi anni: “La sanzione di ARERA – dice – arriva con delibera 310 del 2015 e fa riferimento all’aumento delle tariffe nel periodo 2012-2015″.

L’Avvocato, poi, spiega i motivi che hanno portato alla sanzione: “Nel 2010 il Comune fissa la tariffa idrica a 0,666 dando atto di un quantum di costi da coprire intorno ai 22 milioni di euro e dichiara una copertura pari all’88.45%. Nel 2012 viene aumentata la copertura da 0,666 a 1,765 al metro cubo, pari all’89%. Ma è nel 2013 che avviene il balzo più grande, con la tariffa fissata a 1,68 e un tasso di copertura pari al 100%. Il Comune, allora, non poteva aumentare così tanto il tasso di copertura. Non ha inviato la documentazione necessaria e ARERA non ha mai approvato alcuna delibera. Da qui la sanzione”.

A rendere la questione tutt’altro che semplice però, venendo ai giorni nostri, è il fatto che – dopo quasi 10 anni – la situazione sia praticamente la stessa: “Il Comune ha ancora in corso questo tipo di problematica – evidenzia l’Avvocato ai nostri microfoni – la sua proposta non è ancora valida per Arera, non osserva le prescrizioni corrette. Lo dico con rammarico, ma forse sono stata la prima a dare atto di questa problematica, quantomeno l’ho fatto con numeri e dati alla mano. Mi preme dire che ci avevo visto giusto, ma ora non resta che attendere nuovi scenari”. In basso il VIDEO con l’intervento completo dell’Avvocato.

L’Avv. Carolina Musicò: “Ecco perché ARERA ha sanzionato il Comune di Reggio Calabria” (VIDEO)