fbpx

Reggio Calabria: al via il Progetto finanziato dal MIUR “Buon viaggio nella Calabria greca”

Reggio Calabria: al via il Progetto finanziato dal MIUR “Buon viaggio nella Calabria greca”. Nel Piano di interventi e finanziamenti per la realizzazione dei progetti nel campo delle lingue di minoranza ex Legge 482/99

La Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale d’Istruzione del Ministero dell’Istruzione ha approvato anche per il biennio 2019-21 un piano di interventi e di finanziamenti per la realizzazione di progetti nazionali e locali nel campo dello studio delle lingue e delle tradizioni culturali appartenenti alle minoranze linguistiche storiche, ai sensi della Legge 15 dicembre 1999, n. 482. I progetti presentati sono stati esaminati e valutati dal Gruppo di lavoro sulle minoranze linguistiche istituito con decreto direttoriale n. 1364 del 5 ottobre 2018, in linea con i criteri e le priorità esplicitati nel bando. AI termine della fase istruttoria sono stati finanziati 15 progetti distribuiti in 10 regioni e rivolti a 9 lingue di minoranza, per un totale di € 174.457,00.

Ed ecco i progetti finanziati in Calabria presentati dagli Istituti Capofila:

  • I.C. “Cassiodoro – Don Bosco” Pellaro (Reggio Calabria)

– Progetto dal titolo: “Periégesis/Calo Taxìdi!/Buon viaggio nella Calabria greca”  – Finanziamento di € 9.232

  • Istituto Statale “Polo Arbëreshe” di Lungro/Frascineto (Cosenza)

– Progetto dal titolo: “Il teatro per conoscere ed imparare la lingua e la cultura arbëreshe (italo-albanese) – Finanziamento di € 10.255

Per quanto concerne il progetto dal Titolo  “Periégesis/Calo Taxìdi!/Buon viaggio nella Calabria greca”, la Preside dell’I.C. “Cassiodoro – Don Bosco” , Prof.ssa Eva Raffaella Maria NICOLO’, ha definito il prodotto di Lingua Greca di Calabria (Grecànico) Periégesis/Calo Taxìdi!: Viaggio nella storia, nella cultura, nelle tradizioni e nella natura dell’Area Grecanica ricadente all’interno dell’odierna Città Metropolitana (ex Provincia) di Reggio Calabria, individuando al contempo i sottoelencati risultati attesi al termine del corso in modalità telematica previsto in progetto:

  • saper ascoltare brani di contenuto diverso in lingua minoritaria; apprendere la capacità di lettura in lingua minoritaria;
  • utilizzare in modo ragionato, consapevole e veicolare la lingua Grecànica (Greco di Calabria);
  • conoscere le particolarità della lingua e comprendere le comunicazioni più semplici;
  • acquisire le funzioni linguistiche del raccontare e descrivere; adoperare in modo corretto le principali strutture morfo – sintattiche della lingua minoritaria;
  • far acquisire la consapevolezza dell’importanza della lingua minoritaria e della cultura ad essa inerente come fattori essenziali di radicamento all’interno della propria regione;
  • promuovere la riappropriazione del codice linguistico utilizzato dalle precedenti generazioni per rafforzare il senso di appartenenza alla propria comunità locale e regionale;
  • favorire la formazione di un’identità culturale e sociale consapevole; disporre degli strumenti necessari all’interazione sociale;
  • valorizzare la cultura d’origine per lo sviluppo di capacità cognitive e di comunicazione in un contesto di relazioni globali ed interculturali;
  • produrre materiali di documentazione in forma multimediale;
  • conquistare un atteggiamento responsabile e consapevole verso la cultura locale, operando per la salvaguardia e la più ampia conoscenza di tutti;
  • sviluppare l’identità personale e culturale; sviluppare il senso di appartenenza al gruppo di riferimento, alla comunità locale, alla propria cultura e tradizione;
  • acquisire atteggiamenti di solidarietà e corresponsabilità nello sviluppo di un progetto; valorizzare l’esperienza con il coinvolgimento di diverse realtà territoriali;
  • saper riferire alla classe, confrontarsi ed elaborare ipotesi valorizzando le conseguenze, il contributo creativo, le trasformazioni tecniche ed economiche.