fbpx

Reggina, parole al miele di Denis: “Con la mia famiglia qui ci sentiamo a casa, con progetto a lungo termine potrei restare”. E su quel post Instagram…

reggina paganese Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggina, presente e soprattutto futuro nelle parole dell’attaccante amaranto German Denis: dal gol al Chievo al post su Instagram alla possibilità di chiudere la carriera in riva allo Stretto

Quasi due anni da quando è arrivato alla Reggina, ma già dopo pochissimo German Denis era riuscito ad entrare nel cuore dei tifosi amaranto. Non è da tutti. Ma l’argentino, passionale come un reggino, è diventato appunto reggino d’adozione. Lo ha fatto a suon di gol (da domenica è il miglior marcatore straniero della storia del club), impegno, attaccamento alla maglia. El Tanque, in un’intervista alla Gazzetta del Sud, ha parlato di presente e soprattutto futuro: “Il gol al Chievo è stato uno dei più belli – afferma – ma anche dei più importanti perché ci ha consentito di raggiungere un pareggio tanto voluto quanto sofferto. Meglio questo o quello di Pescara? Il secondo, perché siamo andati lì a prenderci una vittoria ma allo stesso tempo eravamo consapevoli che la stagione poteva prendere una piega bruttissima se le cose fossero andate male. L’assenza di pubblico ci ha danneggiato? Con i nostri tifosi al Granillo avremmo avuto cinque-sei punti in più. Nella vittoria della Lega Pro il loro apporto è stato fondamentale”.

Parlando di presente, Denis si sofferma anche su quel post Instagram di qualche settimana fa: “Un giocatore deve porsi delle domande quando si sente appagato. Quando invece senti la voglia di poter dare una mano, vivi alcuni momenti con amarezza. Bisogna comunque comprendere le scelte del tecnico ed essere sempre dalla sua parte. Per quel che mi riguarda, ho sempre dato tutto per farmi trovare pronto”.

Dal presente al futuro, El Tanque si sofferma anche sulla possibilità di chiudere la carriera a Reggio: “Adoro questa gente e questa città. Di sicuro resterò qui anche il prossimo campionato, visto che ho ancora un anno di contratto. Subito dopo vedremo, se c’è un progetto a lunga scadenza potrei restare. A Reggio Calabria io e la mia famiglia ci sentiamo come a casa”.