fbpx

Rally Sparco 2021, Aci Team Italia: un taglio rovina il Ciocco di Alessio Profeta e Sergio Raccuia

Alessio Profeta e Sergio Raccuia Ciocco Rally 2021__1

Rally Sparco 2021, un taglio rovina il Ciocco di Alessio Profeta e Sergio Raccuia: “Il risultato finale non da il giusto merito alla nostra gara, Siamo contenti dei nostri tempi in gara, ci rifaremo al Sanremo”

Una trasferta sfortunata per l’equipaggio siciliano di Aci Team Italia, composto da Alessio Profeta e Sergio Raccuia, che nel corso del primo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Rally Sparco 2021, si è visto sfumare la top ten per un problema nella penultima prova speciale del 44° Rally il Ciocco e Valle del Serchio. A bordo della Skoda Fabia R5 Evo 2 del Trico World Rally Team gommata Pirelli, il portacolori della Island Motorsport si è fatto notare sin dallo shakedown del venerdì per le sue doti di guida, anche su fondo scivoloso.

“Un rally perfetto pareva male – ha commentato con un sorriso amaro il pilota della selezione di Aci Team Italia Alessio Profeta-. Ammetto di essere deluso dal risultato finale, perché quel taglio nella penultima prova speciale, sulla Careggine 3, ha rovinato la nostra gara e la nostra ottima prestazione fino a quel momento, ma sono molto soddisfatto dei tempi che abbiamo realizzato nel corso dei due giorni di gara. Già dallo shakedown avevamo capito di esserci con i riscontri cronometrici e col passare delle prove, abbiamo fatto sempre meglio. Nelle prime due prove del sabato mattino avevamo azzardato una scelta di gomme che ci aveva penalizzato, ma che ci ha permesso di poter spingere sulla Molazzana, prova speciale sulla quale abbiamo sempre dimostrato di avere un ottimo passo di gara, visto che sulla Molazzana 1 abbiamo conquistato il quinto tempo assoluto ed il sesto nel secondo passaggio. Prima del problema alla posteriore eravamo in nona posizione assoluta e stavamo continuando a risalire la classifica, con la possibilità di raggiungere i nostri avversari che si trovavano a pochi secondi da noi, ma abbiamo dovuto abbandonare i sogni di gloria nella penultima prova. Peccato per la classifica finale – ha concluso Alessio Profeta-, ma rimaniamo comunque molto soddisfatti del nostro passo gara, perché abbiamo dimostrato di essere molto competitivi, l’appuntamento è solo rinviato”.

“Il rammarico è tanto, perché dall’inizio ci siamo fatti vedere nella parte alta della classifica, con tempi da top ten – ha commentato Sergio Raccuia-. Nonostante il problema alla posteriore, non ci siamo persi d’animo e in trasferimento ci siamo dati da fare per poter raggiungere il palco d’arrivo meritatissimo. Anche se non ci ha premiato il risultato finale, siamo certi di avere un buon passo per questa stagione, adesso non ci rimane che aspettare il prossimo appuntamento, il Rally di Sanremo è vicino”.

L’equipaggio del Team PrOli, sarà adesso impegnato nel set up della nuova vettura Skoda Fabia r5 evo 2, in vista del prossimo appuntamento del campionato italiano rally sparco 2021, che si terrà in Liguria, in occasione del 68° Rally di Sanremo, in programma dal 9 al 11 aprile.

Non è iniziata nel migliore dei modi la stagione 2021 neanche per l’equipaggio di Aci Team Italia composto da Marco Pollara e Daniele Mangiarotti, che in Toscana, nel primo appuntamento del Campionato Italiano Rally Sparco 2021, si sono visti sfumare i loro propositi per via di una brutta uscita di strada nel corso della prova speciale Massa – Sassorosso 2.

A pochi chilometri dal fine prova, in una curva a destra molto scivolosa, la loro Citroen C3 R5 del Team PRT di Daniele Pellegrineschi, ha letteralmente sfiorato il muretto di bordo strada, danneggiando la posteriore sinistra, che ha reso la vettura ingovernabile, andando ad impattare lateralmente pochi metri dopo con un palo e capovolgendosi. Per fortuna nessuna grave conseguenza per l’equipaggio supportato dalla Scuderia Movisport e l’appoggio di Luca Costantino, che ha però abbandonato la 44^ edizione del Rally il Ciocco e Valle del Serchio.

“C’è tanto rammarico per come sia finita la nostra gara – ha commentato il pilota di Aci Team Italia Marco Pollara-. Purtroppo una leggera toccata con la ruota posteriore sinistra sul muro, ha fatto si che il cerchio si traslasse, rendendo la macchina ingovernabile. Per fortuna la nostra corsa è finita contro un palo, sembra un paradosso, ma se non lo avessimo colpito, saremmo finiti ben oltre con conseguenze ben peggiori. Mi dispiace per il Team PRT di Daniele Pellegrineschi e G.Car e per tutta la squadra. Subito dopo l’incidente, ho preferito io stesso pubblicare sui social quanto accaduto, rassicurando tutti sulle nostre condizioni di salute. Ho ricevuto tantissime telefonate, tra queste anche quella del Presidente della commissione Rally Daniele Settimo, che si è sincerato del nostro stato di salute. È stata davvero una brutta uscita, ma per fortuna c’è finita bene. Voglio ringraziare gli organizzatori ed il personale che ci ha soccorso, per la tempestività e professionalità. Voglio infine ringraziare Bell ed OMP, che dopo il nostro incidente, in via precauzionale, hanno ritirato i nostri caschi per una revisione e per capire se si fosse compromesso qualcosa. Pensiamo al prossimo rally – ha concluso Marco Pollara-, il Sanremo ci attende”.

“Nel primo giro di prove, avevamo dei tempi in miglioramento e solo la foratura ad un chilometro dalla fine Molazzana 1 ci aveva fatto indietreggiare in classifica – ha commentato il navigatore Daniele Mangiarotti-. La nostra scelta di gomme, sia nel primo, che nel secondo giro, era stata suggerita dai tecnici della Pirelli ed era stata vincente. Dopo la pausa in assistenza, eravamo partiti con l’intenzione di attaccare la classifica generale e recuperare il gap accumulato con la foratura, ma purtroppo quella leggera sbavatura ha compromesso inevitabilmente la nostra gara. Dopo l’incidente, ho seguito il protocollo di emergenza e, una volta sinceratomi delle condizioni di Marco, mi sono recato in strada per esporre il cartello “OK” agli equipaggi che ci seguivano. Purtroppo questo Ciocco si è concluso nel peggiore dei modi, ma ci rifaremo presto al Sanremo”.

Marco Pollara e Daniele Mangiarotti saranno impegnati tra poche settimane in Liguria, per il 66° Rally di Sanremo.