fbpx

Ponte sullo Stretto, Rixi punge i 5 Stelle: “fondamentale per il Sud. Ora anche Cancelleri contraddice Coltorti”

ponte sullo stretto

Ponte sullo Stretto, Edordo Rixi (Lega) punge i 5 Stelle e sottolinea come anche il sottosegretario grillino Cancelleri sia in disaccordo con Mauro Coltorti

L’arrivo degli aiuti economici del Recovery Fund hanno riportato in auge, in Italia, la questione relativa alla costruzione del ponte sullo Stretto. La politica, come spesso accaduto in questi anni di totale immobilità, resta divisa. Mauro Coltorti (M5S), presidente della Commissione Lavori pubblici e Infrastrutture del Senato e docente di geologia, ha espresso le sue perplessità sulla reale sicurezza della struttura preferendo puntare all’ammodernamento dei traghetti.

Edoardo Rixi, responsabile nazionale Infrastrutture e componente della Commissione Trasporti, ha sottolineato invece quanto il ponte sia un’infrastruttura necessaria per lo sviluppo e la modernizzazione dell’Italia. Concetto che anche nei 5 Stelle qualcuno ha deciso di sposare. Le infrastrutture sono necessarie per modernizzare il Paese e per il rilancio dell’occupazione. – spiega Rixi in una nota – Il Ponte sullo Stretto per esempio garantirebbe per 4 anni l’assorbimento dell’acciaio prodotto a Taranto oltre a rappresentare una cerniera col continente per l’alta velocità e l’alta capacità ferroviaria. Condizioni essenziali per lo sviluppo del Sud. Perfino il sottosegretario grillino Cancelleri l’11 marzo ha confermato la necessità di un ”collegamento stabile” per la Sicilia. Questo non è il momento per i ‘no a prescindere’, stupisce che il presidente Coltorti non si voglia allineare alla concretezza di questo governo. In pochi credevano nella ricostruzione del ponte di Genova e invece è stato fatto in meno di due anni. La Lega al governo significa poca filosofia e fatti concreti“.