fbpx

Ponte sullo Stretto, Siracusano non molla la presa: “ho votato contro il Pnrr, servono indicazioni più precise e risposte immediate dalla Commissione ministeriale”

matilde siracusano

“Ieri sera, grazie a Forza Italia e alla Lega, il testo del Piano nazionale di ripresa e resilienza è stato migliorato. La Sicilia non può accettare altri tentennamenti”: così il deputato messinese Matilde Siracusano in riferimento al Ponte sullo Stretto

“Ieri sera in commissione Trasporti a Montecitorio, grazie a Forza Italia e alla Lega, il testo del Piano nazionale di ripresa e resilienza è stato migliorato, e in un paragrafo, nella parte riguardante il Ponte sullo Stretto di Messina, si chiede alla Commissione ministeriale De Micheli di esprimersi nell’immediato in merito al collegamento stabile e veloce tra Sicilia e Calabria, in modo da consentire al governo di prendere una decisione prima della trasmissione del Pnrr all’Ue. Nonostante questa sintesi, raggiunta anche con l’importante lavoro di mediazione delle colleghe Prestigiacomo e Bartolozzi, i siciliani non possono accettare ancora tentennamenti sulla necessità di realizzare un’opera strategica per lo sviluppo del Mezzogiorno a fronte di un progetto definitivo e cantierabile già esistente. Personalmente, da neo componente della commissione Trasporti, ho votato contro il parere, in dissenso dal mio gruppo – che ringrazio per la sensibilità manifestata e per il grande lavoro svolto – perché ritengo il testo non pienamente soddisfacente. Ringrazio la presidente della Commissione Paita e la relatrice Bruno Bossio, ma serviva un segnale ancor più preciso ed esplicito da parte del Parlamento. Il compromesso di ieri è un buon traguardo rispetto alla resistenza invalicabile del Movimento Cinque Stelle, ideologicamente contrario all’opera, ma siamo ancora lontani da un punto di caduta soddisfacente per il Mezzogiorno e per l’intero Paese”. Lo afferma in una nota Matilde Siracusano, deputato messinese di Forza Italia.