fbpx

Nuovo forno crematorio a Reggio Calabria: gravi offese sui social all’assessore Albanese

Rocco Albanese Rocco Albanese

Una frase shock apparsa sui social è stata rivolta a Rocco Albanese, assessore alle Manutenzioni con delega ai servizi cimiteriali

“Spero sia tu ad inaugurare il forno crematorio”. Una frase shock apparsa sui social è stata rivolta a Rocco Albanese, assessore alle Manutenzioni con delega ai servizi cimiteriali, dopo la notizia che sarà realizzato all’interno del cimitero di Gallina, a Reggio Calabria, il primo impianto di cremazione. Un evento che una parte della città ha accolto con soddisfazione ma, come spesso avviene purtroppo, ha trovato anche terreno fertile per le offese da parte di alcuni utenti su Facebook. Capita sempre più spesso di notare, nelle persone che insultano, un odio quasi atavico e spesso immotivato, ed è per questo che stigmatizziamo ancora una volta tali comportamenti. Essere in disaccordo con una notizia è plausibile, ma arrivare ad insultare o augurare la morte è una soluzione sbagliata, che non porta da nessuna parte e rende ridicolo agli occhi della gente soltanto colui che offende.

Giunta e maggioranza con Rocco Albanese: “Minacce di morte sui social un attacco disgustoso. Piena solidarietà all’Assessore”

“Esprimiamo massima solidarietà e vicinanza all’assessore comunale Rocco Albanese, vittima di vili e disgustosi attacchi sulle pagine di un noto social network”. È quanto affermano, in una nota stampa, il sindaco, gli assessori e i consiglieri di maggioranza a Palazzo San Giorgio dopo la pubblicazione di alcuni commenti deliranti collegati alla notizia sulla costruzione del primo impianto di cremazione in città. “Al di là dell’oltraggio all’istituzione – continuano – con quelle affermazioni becere viene colpito un uomo che, da tantissimi anni, è al servizio di Reggio e dei reggini con un impegno ed un’abnegazione unici ed inimitabili. Chiunque pensi di poter rimanere impunito di fronte ad offese ed insulti che arrivano, addirittura, ad augurare la morte dell’assessore Albanese, sbaglia di grosso. Non si tratta, infatti, di superficialità o semplice malcostume, ma di un vero e proprio reato consumato su una fra le piattaforme internet più note a livello mondiale. Per questo motivo, speriamo vivamente si possa mettere un freno ai tanti haters che, con le loro condotte scriteriate, espongono personaggi pubblici a rischi imprevedibili e pericolosi, arrivando perfino ad augurare loro la morte”.

“Sono di pochi giorni fa le notizie di sindaci ed amministratori locali della nostra provincia e del territorio calabrese, oggetto di minacce anonime, intimidazioni e aggressioni fisiche. Si tratta solo degli ultimi episodi di una sequela di atti beceri e vergognosi che oggi hanno toccato il fondo con le minacce di morte a mezzo social all’Assessore Albanese. Adesso basta! È ora di mettere un freno a questi assurdi episodi di violenza fisica e verbale. A Rocco Albanese – concludono gli esponenti di maggioranza – amministratore indefesso e punto di riferimento per l’intero consiglio comunale, arrivi il nostro più caloroso abbraccio e l’invito a proseguire con il grandissimo lavoro che con passione e senza risparmio di energie sta quotidianamente mettendo in campo per risollevare la città in settori chiave e particolarmente complessi”.