fbpx

Reggina-Monza, il doppio ex D’Alessandro: “Il club amaranto ha fatto errori di valutazione in estate”

Robinho-D'Alessandro Milan-Reggina Foto di Daniel Dal Zennaro / Ansa

Monza-Reggina, il doppio ex Matteo D’Alessandro parla delle due squadre che sabato si affronteranno allo stadio Granillo

Sabato la Reggina ospita al Granillo la seconda forza della classe, il Monza di Berlusconi e Galliani. Uno dei doppi ex della sfida è Matteo D’Alessandro, esterno destro che proprio con gli amaranto ha esordito in Serie B giocando al fianco di Barillà e Armellino, attualmente tra i componenti del centrocampo brianzolo.

Ai microfoni di Monza-News, il calciatore ha parlato delle due squadre che si affrontano tra due giorni, a partire dalle cavalcate della scorsa stagione: “Il Monza alla fine non mi ha stupito particolarmente, dato che l’organico che aveva a disposizione era nettamente superiore rispetto alle altre squadre del suo girone. La Reggina invece ha fatto un cammino strepitoso, vincendo nettamente l’infernale Girone C di Serie C, e posso dire che, avendo giocato nel Sud Italia, ogni stadio è molto caldo e giocare certe partite in certi campi può essere molto insidioso”.

Poi la discussione si sposta sull’attuale stagione degli amaranto: “La Reggina ha avuto il demerito di essere stata etichettata come una probabile sorpresa dice D’Alessandro – avendo preso giocatori come Faty e Menez e creando delle aspettative importanti che poi però non si sono rivelate tali. Ci sono state delle difficoltà con l’allenatore Toscano che poi è stato esonerato ma per me sono stati fatti degli errori di valutazione durante il mercato estivo, dato che a gennaio diversi giocatori della cavalcata dello scorso anno sono stati ceduti a gennaio. Adesso con Baroni si vede che la musica è cambiata: sono stati presi giocatori importanti per la categoria e la difesa è migliorata nettamente rispetto a prima, quindi son convinto che alla fine gli amaranto si salveranno”.

Infine, la domanda classica: per chi tiferà sabato? “Difficile rispondere – conclude il giocatore – Sicuramente spero che entrambe le squadre raggiungano i loro obiettivi e che possano dire la loro in questo match. Con la Reggina ho passato l’esperienza più importante della mia carriera e ho trovato il primo gol coi professionisti, mentre Monza mi ha formato molto come uomo durante quel periodo, per cui ti dico che per me sarebbe meglio un pareggio. Ad ogni modo faccio un grande in bocca al lupo ai miei ex compagni Armellino, Barillà, Di Chiara oltre al mio grande amico Eugenio Lamanna”.