fbpx

Messina, il sindaco De Luca lancia un appello ai deputati del Sud: “il Recovery Plan ci deruba, non votatelo”

de luca sindaco messina dimissioni

Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, lancia un appello ai deputati del Sud: l’invito è di non votare l’ennesima ruberia chiamata Recovery Plan

Faccio un appello ai deputati nazionali eletti in meridione, se amate la vostra terra non votate un recovery plan che istituzionalizzerà l’ulteriore ruberia del Sud!“. È il pensiero contenuto in una nota a firma del sindaco di Messina, Cateno De Luca, fermamente contrario al Recovery Plan. “Ho inviato a febbraio – aggiunge il primo cittadino della città siciliana – una diffida sulla stesura ultima del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR) che il governo Conte aveva inviato al Parlamento prima dell’inizio della crisi di governo. Questa diffida è stata inviata a tutti i Sindaci delle regioni obiettivo 1 e osservazioni e pesanti rilievi sono stati fatti nelle ultime settimane anche dai servizi studi della Camera e del Senato, dall’Ufficio parlamentare di bilancio, dalla Banca d’Italia, dal Cnel, dalla Corte dei Conti, dall’Istat e dalla rete dei Comuni“.

Il tema da me sollevato al Governo – spiega De Lucaè la differenza nella capacità di ripresa: le regioni del Sud hanno una capacità di ripresa e recupero diversa dal centro-nord: una serie di indicatori di “reazione” alla crisi ci suggeriscono che la resilienza è maggiore al Centro-Nord rispetto al Sud Italia. Basti pensare che, secondo il Focus Ripresa effettuato dalla Luiss nel 2020, la percentuale di imprese che ha ripreso l’attività dal 4 maggio 2020 al Nord e al Centro è maggiore (40%) rispetto al Sud il (35%) e al Sud è più elevata la percentuale di imprese cessate o che non prevedono di riprendere l’attività entro la fine dell’anno (3,8% contro valori intorno al 2% nel Nord)“.