fbpx

Messina: riqualificazione delle aree esterne del Conservatorio Corelli e dell’Istituto Quasimodo

Messina: riqualificazione e nuova destinazione funzionale culturale, ricreativa e sportiva delle aree esterne del Conservatorio Corelli e dell’Istituto Quasimodo

La Città Metropolitana di Messina partecipa al “Programma innovativo nazionale per la qualità” promosso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze e il Ministero per i beni e le Attività culturali e per il Turismo. La proposta progettuale, attivata su impulso del Sindaco Metropolitano, dott. Cateno De Luca, è stata redatta dalla IV Direzione “Edilizia Metropolitana”. I finanziamenti statali per i quali si concorrerà riguarderanno la “riqualificazione e nuova destinazione funzionale culturale, ricreativa e sportiva delle aree esterne dell’edificio sede del Conservatorio Corelli e della sezione Quasimodo dell’!.S.S. Minutoli”.
Si tratta di un progetto di notevole impatto che si sostanzia in un insieme di interventi volti alla riqualificazione e destinazione funzionale delle aree circostanti gli edifici scolatici che verranno dotate di servizi culturali, sportivi e ricreativi. In particolare, si punta alla realizzazione di un “Parco della Musica” che comprenderà, oltre alle strutture tecniche chioschi della musica), un auditorium all’aperto per circa 150 spettatori e un “odeon” per circa 50 fruitori. Sempre all’esterno verrà realizzata un’area a verde attrezzata con la presenza di installazioni artistiche denominata “Spazio Gazzi Arte”. Verranno, inoltre, riqualificate le aree destinate ad impianti sportivi e a parcheggio.
La proposta inviata al Ministero ha posto l’attenzione su un insieme di interventi e misure che mirano a soluzioni durevoli per la rigenerazione del tessuto sociale e il miglioramento della coesione. Attraverso l’azione sinergica delle Istituzioni, scolastica e pubblica, si vuole agire per l’arricchimento culturale, per il miglioramento dei manufatti, dei luoghi e conseguentemente della vita dei cittadini.
Per il progetto è stato richiesto un finanziamento di €1.780.000,00, non è previsto invece, nessun cofinanziamento e, pertanto, non prevede risorse a carico del bilancio della Città Metropolitana di Messina. La proposta progettuale è stata elaborata dall’ing. Gaetano Antonazzo, tecnico dell’Ente. Responsabile Unico Procedimento (R.U.P.) per l’intervento in questione è il Responsabile del Servizio “Edilizia  Metropolitana” – Titolare di Posizione Organizzativa, geom. Antonino Miceli.