fbpx

Le Ricette di StrettoWeb – Vellutata di lenticchie e funghi

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione della vellutata di lenticchie e funghi

Semplice e genuina come i piatti di una volta, la crema di lenticchie e funghi è preparata con pochi ingredienti ma regala un gusto eccezionale. Questi legumi ricchi di vitamina B, abbinati ai funghi champignon ed ai crostini di pane, offrono un piatto valido e bilanciato dal punto di vista nutrizionale. 

Difficoltà: facile

Preparazione: 20 minuti

Cottura: 40 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: basso

INGREDIENTI

250 gr. di lenticchie secche

100 gr. di funghi champignon

1,5 l. di brodo vegetale

2 fette di pane casereccio

Sedano, carota e cipolla

1 spicchio d’aglio

1 ciuffo di salvia

Semi di sesamo

Sale pepe e olio extravergine di oliva

Preparazione

Sciacquate bene le lenticchie secche e tenetele da parte. Tritate sedano, carota e ½ cipolla e mettete a rosolare per pochi minuti il trito in una pentola con un filo d’olio. Adesso unite le lenticchie e fatele tostare prima di aggiungere il brodo vegetale ed un ciuffo di salvia. Fatele cuocere per circa 30 minuti a fuoco basso e, a fine cottura, salate, pepate ed eliminate la salvia. Col frullatore ad immersione frullate le lenticchie per ottenere la crema e tenetela in caldo. Pulite e tagliate gli champignon e fateli rosolare in padella con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio per 5 minuti. Tostate il pane a cubetti in una padella con pochissimo olio e completate la crema di lenticchie con i funghi, i crostini di pane ed i semi di sesamo. Servitela subito.

Conservazione

La vellutata di lenticchie si conserva in frigo per 2-3 giorni.

Curiosità e benefici di questo piatto

Povere di grassi, ricche di proteine vegetali, di fibre e di ferro, le lenticchie contengono anche un’ottima percentuale di potassio, fosforo, magnesio e calcio, facilitano i processi digestivi e sono un valido supporto per gli sportivi. La vellutata di lenticchie impreziosita dagli champignon è uno squisito modo per consumare questi legumi da sempre presenti nella cucina contadina. Gustose anche in umido col pomodoro e le alici, in insalata con le verdure o abbinate alla salsiccia, le lenticchie, simbolo di prosperità per l’uso dei Romani di donare una piccola borsa in cuoio contenente questi legumi come gesto di buon augurio, sono nutrienti e ideali in una sana alimentazione. Ricchi di microelementi fra cui carboidrati, vitamine e minerali, gli champignon sono, con i funghi porcini, fra gli alimenti vegetali col più alto contenuto di proteine.

Il consiglio della zia

Potete insaporire la vellutata di lenticchie con altre spezie come peperoncino in polvere o rosmarino.