fbpx

Etna in eruzione, stamattina il 10° parossismo dell’ultimo mese: “pioggia nera” fino a Melito Porto Salvo, Bova e Brancaleone, paesi etnei in ginocchio [FOTO]

/

Eruzione Etna: nuovo parossismo con una fontana di lava dal cratere di Sud-est

Un nuovo parossismo dell’Etna, il 10°, si e’ verificato questa mattina intorno alle 7.25 con una fontana di lava dal cratere di Sud-est. L’attivita’ stromboliana del vulcano iniziata nella notte si e’ poi evoluta dando vita a un primo trabocco lavico e, in seguito, in una eruzione con una nube lunga dieci chilometri poi dispersa verso Est.

La nube eruttiva ha superato i 10 km di altezza e si è mossa rapidamente verso est, seppellendo le zone joniche etnee provocando l’ennesima calamità di cenere, pietre laviche e lapilli molto grossi su Giarre, Mascali, Riposto, Fornazzo, Trepunti, Milo, Zafferana, Santa Venerina, Macchia di Giarre, Torre Archirafi e Sant’Alfio.

Così come già successo nella precedete eruzione, anche in questa la nube eruttiva ha raggiunto la Calabria, stavolta però soltanto in modo marginale, coprendo con una “pioggia nera” il basso jonio reggino, da Saline Joniche a Brancaleone, e in modo particolare a Melito di Porto Salvo, sul litorale del basso jonio reggino, lungo la costa più meridionale dell’Italia peninsulare.

Etna, la nube di cenere eruttata stamattina ha raggiunto la Calabria jonica [VIDEO]

Etna, la violenza incredibile del parossismo di stamattina nel video di Domenico Pozzovivo [VIDEO]

Etna, la situazione a Giarre sommersa di cenere dopo l’eruzione di stamattina [VIDEO]