fbpx

Diritti Tv Serie A, cosa cambia con Dazn? Costo dell’abbonamento, decoder e connessione

Foto di Daniel Dal Zennaro / Ansa

Diritti Tv Serie A, cosa cambia dopo il passaggio a Dazn? Ecco le novità relative alla nuova piattaforma sulla quale vedere il calcio italiano

Nella giornata di ieri è arrivata la tanto attesa fumata bianca suslla questione Diritti Tv Serie A. Il sentore che si aveva da qualche settimana a questa parte è stato confermato: la ricca offerta da 840 milioni presentata da Dazn ha avuto la meglio su quella di Sky. La piattaforma streaming si è dunque aggiudicata i diritti di trasmissione in esclusiva della Serie A per il triennio 2021-2024, così ripartiti: 7 gare trasmesse in esclusiva, 3 in co-esclusiva probabilmente con Sky che deve finalizzare il suo accordo con la lega. Un cambiamento storico per il calcio italiano che, per la prima volta, passa interamente online e soprattuto si slega da Sky dopo diversi anni di partnership. Molti tifosi si sono chiesti dunque quali saranno i cambiamenti che li aspettano al termine dell’attuale stagione e per i 3 anni a venire. Proviamo a rispondere alle domande principali.

Serie A su Dazn: servirà il decoder?

La risposta è no. Dazn non è una Tv, dunque non ha dei canali dedicati o meglio, ha un canale (209) attualmente attivo fino a giugno su Sky, generato dalla partnership relativa all’attuale stagione. A partire dalla prossima invece, le partire saranno visibili in streaming attraverso smart tv, smartphone, pc, tablet e consolle di gioco: basterà scaricare l’apposita app, creare un account e gestire il proprio abbonamento.

Serie A su Dazn: come funzionerà l’abbonamento?

Partiamo dal costo: il prezzo sarà chiarito entro la fine del campionato in corso, ma il range entro il quale la piattaforma straming sembra orientataè di 30-35 euro al mese, simile allo streaming di NowTv per Sky. A proposito di Sky, non è ancora chiaro se ci saranno delle agevolazioni fra le due piattaforme. Con un unico abbonamento si potrà associare fino a 6 dispositivi differenti, ma solo 2 di essi potranno collegarsi contemporaneamente sullo stesso evento. Facciamo un esempio: se una persona guarda la partita sulla sua smart tv seduta comodamente sul divano del salotto, un’altra, con le stesse credenziali d’accesso, potrà guardare la stessa partita sul cellulare mentre è fuori casa.

Serie A su Dazn: problemi di connessione?

La piattaforma britannica ha deciso di affidarsi a Tim per migliorare la qualità dei propri servizi in previsione di un maggior flusso di utenti rispetto a quanto già avviene attualmente. Gli abbonati Tim potranno avere offerte dedicate. Basteranno 8 megabit per secondo per vedere correttamente la partita, senza blocchi o ritardi. Secondo Dazn: “oggi il 99% delle famiglie italiane può già dotarsi di una connessione a banda larga con diverse tecnologie, ottima per la ricezione di tutti i servizi internet compresa la visione della propria squadra del cuore. Il nostro impegno è volto a sostenere e accelerare il processo di digitalizzazione del Paese“.