fbpx

Coronavirus, il “modello Sicilia” funziona: nelle scuole soltanto lo 0,5% dei tamponi risulta positivo, Messina nella media regionale

scuola coronavirus Foto di Daniel Pockett/Getty Images

A Messina su 15.548 test effettuati a insegnati e alunni soltanto 81 sono risultati positivi (0,52%): è il segnale di come il Coronavirus non circoli nelle scuole

La Regione Siciliana un esempio da seguire per quanto riguarda il sistema di monitoraggio e prevenzione al contagio da Covid-19 all’interno del sistema scuola. Attraverso il contact tracing gestito dall’Ufficio Regionale Scolastico, le istituzioni riescono a tenere sotto controllo la situazione, agire con i protocolli di sicurezza e capire l’andamento del virus all’interno delle aule. “La scuola in Sicilia è un luogo sicuro, dove il Coronavirus non si diffonde – ha affermato l’assessore Roberto Lagalla – . E questo grazie anche alle iniziative messe in campo dal governo Musumeci. Quello siciliano, quindi, è un modello da portare a esempio anche nel resto d’Italia. Siamo una delle pochissime regioni nelle quali, infatti, gli studenti stanno proseguendo la didattica in presenza e, come sottolineato dal ministro nei giorni scorsi, siamo la prima Regione per l’attività sanitaria dedicata alle scuole”.

L’assessore regionale all’Istruzione ha illustrato i risultati dello screening sulla popolazione scolastica dell’Isola, organizzato d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza. In poco più di due mesi, infatti, sono stati effettuati oltre 218mila tamponi su insegnanti e studenti (poco più di un terzo del totale). Il risultato dello screening di massa ha evidenziato 1.112 positivi (pari allo 0,50 per cento). In particolare questo il quadro per provincia (dal 14 gennaio a 22 marzo): Agrigento, 7.204 tamponi (47 positivi); Caltanissetta, 11.296 (55); Catania, 48.669 (242); Enna, 13.743 (123); Messina, 15.548 (81); Palermo, 55.870 (160); Ragusa, 15:341 (58); Siracusa, 21221, (94); Trapani, 29.206 (252). E’ questa l’ennesima dimostrazione, sostenuta da importanti studi scientifici, che le scuole non sono un veicolo di contagio.