fbpx

Coronavirus, la Calabria resta “zona gialla” ma Spirlì vuole chiudere tutte le scuole da lunedì 8 marzo – LIVE

calabria scuole chiuse spirlì

Coronavirus, scuole chiuse in Calabria: è stato questo l’argomento trattato oggi a Catanzaro

In Calabria si va verso la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, ad eccezione degli asili nido. La decisione potrebbe partire gia’ da lunedi’ 8 marzo. L’argomento e’ stato affrontato oggi a Catanzaro nel corso della riunione dell’Unita’ di crisi regionale Covid-19, durante la quale e’ stata confermata la presenza di casi della variante inglese del Covid. “La situazione sta diventando preoccupante, i dati sulla presenza della variante ci sono” dice il governatore Nino Spirlì che aggiunge: “con un sistema sanitario sempre al limite non ci possiamo permettere di rischiare, quindi e’ meglio prevenire, l’ho fatto presente nel corso degli incontri che ho avuto con tutti i ministri e sottosegretari coinvolti“. Una scelta, quella di Spirlì, in totale controtendenza rispetto ai dati epidemiologici che stanno migliorando rapidamente. L’indice Rt regionale, infatti, è sceso oggi a 0.81 rispetto all’1.01 della settimana precedente, e negli ospedali di tutta la Regione la situazione è sotto controllo senza alcuna criticità. Quella contro le scuole sembra una vera e propria crociata da parte del governatore regionale leghista, che potrebbe prendere esempio dal suo collega veneto, dello stesso partito, Luca Zaia: oggi ha deciso di lasciare aperte tutte le scuole nonostante il passaggio in zona arancione della sua Regione, dove c’è una situazione epidemiologica molto pù grave rispetto a quella calabrese e anche la percentuale dei posti letto occupati su quelli disponibili è di gran lunga superiore. Eppure in Calabria, poco meno di un anno fa, c’era un altro governatore (sempre di centrodestra), Jole Santelli, che riapriva tutti i locali all’aperto mentre il resto d’Italia era in lockdown, proprio grazie a una situazione epidemiologica molto tranquilla. Adesso si starà rivoltando nella tomba.

Coronavirus, l’indice Rt scende ancora e la Calabria resta in zona gialla per la 6ª settimana consecutiva: dati più vicini al bianco che all’arancione