fbpx

Coronavirus, Calabria e Sicilia verso la zona arancione anche nella Settimana di Pasqua. Scendono indice Rt e incidenza, situazione migliora [DATI]

calabria zona arancione

Coronavirus, buone notizie: scende indice Rt nazionale e incidenza nuovi casi, mentre Calabria e Sicilia dovrebbero restare in zona arancione

Buone notizie sul fronte Coronavirus in Italia e anche più specificatamente per Calabria e Sicilia. Scendono infatti il valore dell’indice Rt nazionale, che passa da 1.16 della scorsa settimana a 1.08, e quello dell’incidenza per numero di casi ogni 100 mila abitanti, dai 264 della scorsa settimana ai 240 di oggi. Lo indica il monitoraggio settimanale dell’Iss-Ministero della Salute.

Per quanto riguarda Calabria e Sicilia, l’incidenza resta molto lontana dalla soglia dei 250 nuovi casi settimanali ogni 100 mila abitanti che sancisce il passaggio in zona rossa. L’incidenza settimanale aggiornata ad oggi, infatti, in Calabria è di 132 nuovi casi ogni 100 mila abitanti e in Sicilia di 111 nuovi casi ogni 100 mila abitanti. La situazione più confortante è quella che arriva dagli Ospedali: il tasso di occupazione dei posti letto è il più basso d’Italia, ben al di sotto del 20% sia nei reparti di medicina generale che in terapia intensiva. Numeri che significano probabile conferma della zona arancione anche per la settimana di Pasqua (per la terza consecutiva, da quando sono state abolite le zone gialle), al netto dei giorni in zona rossa nazionali previsti nel weekend. In base a questi dati, Calabria e Sicilia sarebbero ancora in zona gialla qualora le zone gialle fossero attive. Il Governo sta valutando l’eventualità di ripristinarle subito dopo Pasqua, a partire da Martedì 4 Aprile, e la speranza è che per quella data sia Calabria che Sicilia possano mantenere dati analoghi a quelli attuali.

Di seguito il grafico di incidenza regione per regione (il dato dei nuovi casi della Provincia di Bolzano è falsato dal conteggio di oltre 10 mila nuovi casi positivi precedentemente non conteggiati, ma non riferiti a questa settimana, che influiscono sulla media nazionale di 265, ma che in realtà in questa settimana è di 240).

incidenza casi covid italia

Ed è anche su questo che si discuterà nella cabina di regia convocata per oggi dal premier Mario Draghi con le forze di maggioranza sulle nuove misure anti-Covid. A dividere la maggioranza sono i temi legati alle scuole, al ritorno alle fasce di colore tradizionali (compreso il giallo) e allo spostamento tra regioni. Si attende infatti di conoscere il nuovo decreto che andrà a sostituire quelli in scadenza il 6 aprile. Al momento l’unica riapertura quasi certa è quella delle scuole, con i ritorno in classe almeno fino alla prima media, anche in zona rossa, come già annunciato dal presidente del Consiglio.