fbpx

Carabiniere campano muore a Mantova per trombosi: aveva ricevuto il vaccino AstraZeneca, aperta un’inchiesta

Vaccino AstraZeneca Foto Ansa

Il militare era stato ricoverato lunedì scorso all’ospedale Poma, manifestava forti mal di testa che non riusciva più a sopportare: dopo la Tac i medici sono subito intervenuti, ma per il carabiniere non c’è stato nulla da fare

Un carabiniere campano è deceduto mercoledì pomeriggio per una trombosi cerebrale, si era vaccinato – insieme a tutti i suoi colleghi – qualche giorno prima con il vaccino Astrazeneca. Il militare aveva 50 anni, era originario di Salerno, svolgeva servizio presso il comando provinciale di Mantova. Come riporta la gazzettadimantova, il militare era stato ricoverato lunedì scorso all’ospedale Poma dopo che aveva iniziato a manifestare forti mal di testa, che non riusciva più a sopportare. Una volta fatta la Tac è stato compreso cosa gli stesse succedendo, ma nonostante il tempestivo intervento dei medici che l’hanno operato d’urgenza, per il carabiniere Pietro Taurino non c’è stato nulla da fare. Nella tarda mattinata di ieri è stata eseguita l’autopsia sul corpo del maresciallo, mentre la famiglia ha nominato un perito di parte e un legale che seguiranno le varie fasi dell’inchiesta ed accertare le cause che hanno portato al decesso. Oggi, alle ore 16, si svolgeranno i funerali al Duomo di Mantova.

Morte Davide Villa, avanza l’inchiesta. Pm Catania: “nessuna correlazione, ma la sua storia clinica imponeva l’uso di un altro vaccino”