fbpx

Calabria, vaccinati contro il Covid senza averne diritto: caos nel comune di San Fili

vaccino-anti-covid-AstraZeneca Foto di Liselotte Sabroe / Ansa

Vaccinati contro il Covid senza averne diritto: scoppia la polemica nel comune calabrese di San Fili, provincia di Cosenza

Furbetti del vaccino anche in Calabria. Nel piccolo comune di San Fili, provincia di Cosenza, frazione che vanta appena 2060 abitanti, alcune persone hanno ricevuto il vaccino contro il Coronavirus pur senza averne diritto, avendo dunque scavalcato le categorie che avrebbero la priorità nel piano vaccinale. Molti di essi sono consiglieri comunali di maggioranza e dipendenti dell’ente locale. È quanto sostengono i consiglieri comunali di minoranza del gruppo Evoluzione Civica che “segnalano irregolarità nella somministrazione dei vaccini” ed hanno inoltrato richiesta dell’elenco dei cittadini vaccinati all’Azienda sanitaria di Cosenza, al Direttore del Dipartimento di Prevenzione ed al Dipartimento di Igiene e Sanita’ Pubblica con sede a Rende e di avere informato in via ufficiale gli organi competenti.  Secondo i consiglieri di minoranza , Andrea Perrone, Danilo Mazzulla e Ivan Iantornoda quanto riportato dalle innumerevoli segnalazioni, la campagna vaccinale iniziata sul territorio comunale il 22 febbraio ha visto protagonisti buona parte dei consiglieri di maggioranza, una parte dei dipendenti comunali e altri cittadini sanfilesi, molti dei quali riconducibili ai primi da legami di parentela e/o amicizia e comunque non rientranti nelle categorie preferenziali stabilite dal piano vaccinale nazionale“.