fbpx

Brogli elettorali a Reggio Calabria, Ciccone: “situazione vergognosa, subito al voto”

La soluzione di sciogliere l’intero consiglio comunale sta diventando sempre più dirompente, ed è di questo avviso anche il neo Presidente della Federazione Metropolitana di Reggio Calabria di Gioventù Nazionale Antonio Ciccone

“Quando si parla di diritto di voto, la prima cosa che viene in mente è: “… il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico…”, cioè, un piccolo estrapolato di uno degli articoli più importanti della Nostra Costituzione. Eppure, nella nostra città al posto di accostare la parola “voto” a quella di “libertà”, ultimamente, viene sempre di più accostato alla parola “brogli”. Dopo l’ultima conferenza in merito ai nuovi arresti avvenuti dopo indagini su frodi elettorali del comune di Reggio Calabria, appare ancora più chiaro che non si tratta di un caso isolato, bensì di un vero e proprio “sistema” studiato ad hoc per ledere un diritto inviolabile che calpesta la dignità delle istituzioni democratiche. La soluzione di sciogliere l’intero consiglio comunale sta diventando sempre più dirompente”, ed è di questo avviso anche il neo Presidente della Federazione Metropolitana di Reggio Calabria di Gioventù Nazionale Antonio Ciccone: “Bisogna prendere una decisione drastica su questa situazione aberrante. E’ impensabile non sciogliere il consiglio comunale dopo fatti così gravi. Indipendentemente delle responsabilità dei singoli, sulle quali rimango garantista, sorge un problema sia etico che morale nei confronti della lesione del diritto democratico del voto della cittadinanza. La comunità di Gioventù Nazionale, in accordo con Fratelli D’Italia , chiede le dimissioni e lo scioglimento del consiglio comunale così da tornare al voto per riconsegnare alla cittadinanza la sovranità di poter scegliere la propria rappresentanza”.