fbpx

Asd Torregrotta: al via il Progetto Scuola Calcio Elite

Si è svolto giovedì 18 marzo il primo incontro del “Progetto Scuola Calcio Elite” organizzato dall’ASD Torregrotta 1973

Si è svolto giovedì 18 marzo il primo incontro del “Progetto Scuola Calcio Elite” organizzato dall’ASD Torregrotta 1973. Un’iniziativa voluta fortemente dalla società torrese e da tutti i suoi dirigenti, una proposta pensata per offrire un servizio di informazione a tutti i propri tesserati e non solo. L’incontro è stato svolto tramite un’aula virtuale e ha visto un’importante ed interessata partecipazione da parte degli ospiti. A coordinare il dibattito è stato uno dei dirigenti, l’Avv. Archimede Santino che dopo le presentazioni di rito ha dato la parola al Presidente Nino Arizzi il quale ha ribadito con orgoglio la volontà da parte della società di voler dedicare tempo e passione non solo a quello che concerne il campo di gioco, ma anche attività parallele per la crescita degli atleti.

Il primo tema trattato è stato quello legato ai diritti dei bambini nella Convenzione dell’ONU del 1989, con un riferimento alla Carta dei diritti dei bambini: tra diritto al riposo, diritto allo studio e diritto al gioco. A presentarlo e argomentarlo è stato l’Avv. Cardillo Antonio Maria il quale ha sintetizzato come il nostro ordinamento e le fonti internazionali riconoscono e garantiscono l’esercizio dello sport, anche quale veicolo di benessere psicofisico e tutela della salute.
Nell’intervento si è inoltre chiarito come tali diritti debbano essere ancor più garanti ai minori ed ai più fragili con il corrispondente dovere per le famiglie e le Istituzioni di garantirne l’accesso a tali attività nel rispetto delle inclinazioni naturali del giovane sportivo.

A seguire ha preso la parola il giornalista Dott. Remigare Giovanni che ha fatto il punto sull’importanza e l’evoluzione della comunicazione nello sport e nel mondo sociale dei bambini. A tal proposito è stato anche presentato ed esposto il manifesto della comunicazione sportiva promosso dal CONI nei giorni scorsi. Tra i punti cardine dell’intervento del giornalista sicuramente l’importanza che ricopre il ruolo dei genitori (a casa) e degli educatori (al campo sportivo o nelle palestre) nella comunicazione con i bambini, questi ultimi considerate vere e proprie spugne di esempi e riferimenti. Remigare ha sottolineato quanto sia importante non sottovalutare alcuna discussione, alcun comportamento tenuto davanti ai ragazzi che sono pronti ad emulare e riproporre qualsiasi atteggiamento di natura fisica o verbale.

Comunicazione importante e potenzialmente pericolosa è quella legata ai Social Media, considerati dal giornalista un punto di forza per lo scambio di idee e di pensieri, ma che devono essere monitorati in tempo reale dai genitori per non rischiare di far cadere i propri figli in tranelli atti a destabilizzarli. Una buona comunicazione nasce dalla giusta attenzione che viene posta nei riguardi dei più giovani, questa sembra essere la chiave di lettura proposta da Remigare che ha invitato chiunque avesse intenzione di conoscere da vicino il mondo del giornalismo, non solo sportivo, a contattarlo anche privatamente per mostrare la forza, ma anche il pericolo che si nasconde dietro questo mondo affascinante e per alcuni misterioso. L’ASD Torregrotta, nella persona del Presidente Arizzi e di tutti i dirigenti, ha infine ringraziato tutti coloro che hanno partecipato alla conferenza dando appuntamento al secondo appuntamento che si terrà, sempre in aula virtuale, l’8 aprile 2021 in compagnia della Dott.ssa biologa nutrizionista Cettina Sframeli.