fbpx

A Reggio Calabria il seminario dal titolo “Viaggio alla scoperta della civiltà Persiana”

Reggio Calabria: ieri martedì 16 marzo 2021, ha avuto luogo, dalle 15.00 alle 17.00, il seminario dal titolo “Viaggio alla scoperta della civiltà Persiana”

Ieri martedì 16 marzo 2021, ha avuto luogo, a Reggio Calabria, dalle 15.00 alle 17.00, il seminario dal titolo “Viaggio” alla scoperta della civiltà Persiana, con Fataneh Hasani Jafari, Amer Fatahizadeh, Morad Abdivarmazan, a cura della Prof.ssa Annamaria Curatola, nell’ambito della Settimana della Cultura e del Laboratorio dello Stretto dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. L’Iran un luogo dal passato millenario, crocevia di culture diverse, terra che con i suoi colori, i suoi paesaggi e le sue tradizioni sa stupire e ammaliare. Un dialogo interculturale per lasciarsi coinvolgere in uno straordinario viaggio alla scoperta di una civiltà che nel corso dei secoli ha ispirato personaggi di spicco del panorama letterario occidentale come Goethe e Ralph Waldo Emerson: la Persia.

A seguire la biografia dei relatori  

Curatore – Annamaria Curatola: Nata a Reggio Calabria il 16/07/1977, Annamaria Curatola dal 2011 è Professore

associato nel Settore Scientifico Disciplinare M/PED 03 (didattica e pedagogia speciale) presso L’Università degli Studi di Messina – Dipartimento Scienze Cognitive, Pedagogiche, Psicologiche e degli Studi culturali. È stata titolare di diverse Cattedre, in particolare di: Didattica speciale- Pedagogia speciale – Pedagogia della Marginalità e della devianza – Metodologia della ricerca – Pedagogia del turismo inclusivo – Pedagogia del turismo sostenibile – Educazione Ambientale – Programmazione e Valutazione scolastica. Da qualche anno insegna anche Didattica del museo presso l’accademia di belle arti di Reggio Calabria. Fin dall’inizio della Sua formazione, le attenzioni della Prof.ssa sono state rivolte soprattutto al campo

della Pedagogia speciale, della Didattica e della Ricerca scientifica, a supporto delle azioni inclusive messe

in atto nei diversi ambiti di riferimento.

Tra i diversi risultati, di particolare rilievo è l’ideazione e l’applicazione sperimentale di un proprio metodo

di approccio educativo-riabilitativo alla Sindrome autistica, indicato con l’acronimo DO.LS., che ha avuto

grande eco, varcando anche i confini nazionali. Il metodo, avviato nel 2002, infatti è tuttora sottoposto a

un’attenta verifica ed approfondimento a livello internazionale.

Da anni impegnata nella promozione della cultura dell’accessibilità attraverso progetti educativi ed iniziative culturali, è stata la promotrice del Progetto dal titolo “EmozionArti. Pinacoteca Multisensoriale: suoni, profumi, sapori e sensazioni tattili alla scoperta dell’arte”: un vero e proprio percorso multisensoriale, dedicato a persone cieche e ipovedenti ma che ha avuto come fruitori anche adulti e bambini dell’età di sei anni senza disabilità sensoriale. Grazie all’impegno promosso dalla professoressa Curatola, è stata avviata un’importante riflessione sul tema dell’accessibilità all’interno dei luoghi di interesse, confermando che spazi e luoghi realizzati “oltre le barriere” (che siano sensoriali, architettoniche, culturali, comunicazionali e linguistiche) rafforzano l’interesse ed il transito di culture diverse ma, soprattutto, consentono di ridurre le distanze tra le persone e l’arte. La costante attenzione manifestata da Annamaria Curatola per le fasce più fragili della popolazione, la porta ad essere oggi un punto di riferimento stabile per docenti e famiglie, nel panorama educativo, didattico e pedagogico, con attenzione particolare rivolta al mondo della disabilità.  Grazie alla sua attività di ricerca, il 23 Aprile 2020, le è stata conferita la massima onoreficenza della città  di Reggio Calabria: il San Giorgio D’oro.

Esperti – Fataneh Hasani Jafari, PhD Iran Payam Noor University;

Amer Fatahizadeh, PhD Iran Payam Noor University;

Morad Abdivarmazan, PhD Farhangian University.

Staff – dott. Francesco Meduri ; dott. ssa Valentina Lamanna.