fbpx

A Reggio Calabria il seminario dal titolo Valerio Villareale “Il Canova Siciliano”

Reggio Calabria: martedì 16 Marzo 2021, ha avuto luogo il seminario dal titolo Valerio Villareale “Il Canova Siciliano” con Giulia Villareale, a cura di Remo Malice

Martedì 16 Marzo 2021, a Reggio Calabria, ha avuto luogo il seminario dal titolo Valerio Villareale “Il Canova Siciliano” con Giulia Villareale, a cura di Remo Malice. L’incontro prevede un’analisi puntuale e precisa circa l’avventura artistica di un giovane artista palermitano di fine ‘700, uno degli allievi più rilevanti di Antonio Canova, Valerio Villareale, il cui nome sembra essere caduto nell’ombra.  Si tratta appunto di un artista oggi poco conosciuto, ma che ebbe un notevole, quanto breve, periodo di gloria nel meridione d’Italia. La relatrice si focalizza sul percorso artistico del “Canova siciliano”, artista dalla spiccata sensibilità, le cui doti meritano di ritrovare finalmente la luce. Il seminario nasce con l’intento di valorizzare l’attività di ricerca posta in essere da ex studenti della nostra Accademia.

Di seguito alcune note biografiche sui relatori

Curatore Remo F.M. Malice – Nasce a Reggio Calabria nel 1969, dopo la laurea in Conservazione dei Beni Culturali, approfondisce i suoi interessi culturali e la sua attività su due specifici versanti professionali afferenti alla storia dell’Arte Contemporanea. Da un lato, infatti, ha lavorato come curatore e critico d’arte indipendente, interessandosi anche di Museologia e Museografia sia dal punto di vista teorico (con la pubblicazione di alcuni saggi) che pratico (come l’allestimento della mostra “Umberto Boccioni. disegni e incisioni della Galleria Nazionale di Cosenza”, Reggio Cal.); dall’altro, in particolare nell’ultimo decennio, ha incanalato la sua attenzione e le sue ricerche sui rapporti tra Arti Visive, Percezione e Psiche (indagate più dal punto di vista della critica e della storia dell’arte che non da quello della psicologia tout court), che sono confluite in alcuni studi pubblicati dalla casa editrice “Kaleidon”.

Negli anni ha collaborato con vari periodici e riviste d’arte specializzate (“Daidalos”, “Artfolio”, “Mediterraneo & Dintorni”, etc.). docente a contratto dal 2003 di “Museografia e Museologia” (Politecnico Internazionale Polis Hipponion di Vibo Valentia; ABBAA di Reggio Calabria), ha insegnato, dall’a.a. 2002/2003 al 2006/2007, Storia dell’Arte Contemporanea presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Messina. attualmente è docente di ruolo di Teoria della Percezione e Psicologia della Forma e coordinatore della Scuola di Comunicazione e Didattica dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, dove ricopre anche il ruolo di curatore dell’allestimento della pinacoteca e della gipsoteca.

EspertoGiulia Villareale   È una giovane studiosa, nata a Palermo il 2 luglio 1992. Diplomata presso l’Istituto Statale d’Arte V. Gerace di cittanova. Consegue la Laurea triennale presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, dopo essersi iscritta al Corso di Pittura, con un punteggio di 110 e lode.

Prima di laurearsi, partecipa ad alcune mostre artistiche, ma con il tempo si accorge di nutrire un interesse diverso. Appassionata di Storia dell’Arte, Estetica, Iconografia e Critica d’Arte, la sua ricerca negli ultimi anni, verte sullo studio approfondito dello scultore neoclassico, nonché suo antenato, Valerio Villareale. artista che nonostante abbia ricoperto incarichi rilevanti e realizzato opere di enorme pregio- è ancora per lo più sconosciuto. La ricerca di Giulia Villareale ruota intorno al desiderio di mettere in evidenza artisti la cui carriera sembra non essere stata segnata dalla fortuna critica, nondimeno dotati di grandi qualità.

L’evento, di libera fruizione, della durata di tre ore, è stato trasmesso in diretta sui canali dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria (Fb, Instagram, Youtube).