fbpx

A che ora finisce Sanremo 2021? Alle 2 è troppo tardi! Amadeus sbotta: “lamentele? Accorciamo i testi”

Foto di Ettore Ferrari / Ansa

A che ora finisce Sanremo 2021? Tante lamentele per le puntate che finiscono alle 2 di notte: Amadeus respinge le critiche

Guardare tutto il Festival di Sanremo 2021 rischia di essere una vera e propria impresa. La volontà degli organizzatori è quella di non dar vita unicamente ad una competizione canora, con le sole esibizioni dei cantanti che si alternano una dopo l’altra, ma di costituire un vero e proprio spettacolo. Spazio dunque a sketch comici, monologhi satirici e sociali, oltre ad un nutrito numero di ospiti di vario genere. I tempi dunque sono necessariamente lunghi. Nella serata di ieri, con tutti e 26 i big in gara, si è andati oltre le 2 di notte, oltre 5 ore di spettacolo che non tutti i telespettatori, per quanto volenterosi, riescono a seguire.

Tante dunque le lamentele sull’orario di conclusione delle serate (nottate, sarebbe meglio), che per altro coincide con il momento in cui viene svelata la classifica con le posizioni dei cantanti in gara, dunque risulta un momento molto importante della puntata. Oggi, con tutti i big e le nuove proposte in gara (30 esibizioni in totale), i tempi rischiano di dilatarsi ulteriormente oltre le 2 di notte. In conferenza stampa, interrogato sull’argomento, Amadeus ha risposto stizzito: “mi dite tutti la stessa cosa, che andate tutti a letto alle due, ma io ho 26 cantanti in gara, chi verrà dopo di me chiuderà a mezzanotte! Cercherà di accorciare i testi, non so che dirvi“.

Più diplomatico Stefano Coletta, direttore di Rai1: “la fruizione televisiva è molto cambiata. Avendo investito al cambiamento epocale che la musica propone, si può pensare anche ad una scaletta più stringente. La nostra generazione, aspettava il Festival che aveva il suo Dopo festival. Credo che nella narrazione sia considerata una quota notturna, non ho l’idea di una competizione secca che si basi solo sulla performance. Il dato di ieri sera ti dimostra che poi la fruizione c’è stata. Una cosa che ho pensato anche io, l’idea di partire con il Festival dopo il Tg1 è una cosa che farei anche io“.