fbpx

Tennis, la confessione di Tsitsipas: “a 18 anni ho rischiato di morire affogato, mio padre mi ha salvato la vita”

Foto di Dean Lewins / Ansa

Stefanos Tsitsipas rivela una clamorosa confessione sul suo passato: il tennista greco, a 18 anni, ha rischiato di morire affogato

Il mondo del tennis ha rischiato di non vedere mai esordire Stefanos Tsitsipas. Il giovane talento greco infatti, ha rivelato di aver rischiato di morire qualche anno fa e, proprio grazie a quell’episodio incredibile, aver cambiato il proprio modo di prendere la vita ed essere diventato il tennista e l’uomo che è adesso.

Tsitsipas ha raccontato la vicenda in un video pubblicato su YouTube nel quale descrive quel momento come “il giorno in cui sarei dovuto morire“. Il tennista stava per affogare, insieme ad un amico, al largo dell’isola di Creta. Fu il padre Apostolos a salvare entrambi con un gesto eroico. “Quello che è successo è stato il risultato di un meccanismo che tutti gli esseri umani hanno dentro, in particolare i genitori”, ha spiegato papà Apostolos. “Quando questo meccanismo si attiva magicamente, come quel giorno, avvengono i miracoli. Una condizione essenziale perché ciò avvenga è la fede incondizionata che abbiamo in ciò che facciamo e in ciò che amiamo. Ciò che è accaduto ha confermato l’amore e la fede che abbiamo l’uno per l’altro, che i sacrifici che facciamo non sono vani”.

Titsipas ha commentato: se fossimo morti quel giorno, l’avremmo fatto insieme. E’ stato un eroe. Quello è stato il giorno in cui ho visto la vita con una prospettiva diversa. Ora capisco meglio la vita, prendo decisioni migliori”.