fbpx

Lavoro in Sicilia, la Regione cerca 8 giornalisti per l’Ufficio Stampa: i dettagli sul concorso pubblico per l’assunzione a tempo indeterminato

palazzo d'orleans regione sicilia

Ai vincitori sarà applicato il contratto dei dipendenti regionali. Due le posizioni aperte: funzionario e istruttore nei rapporti con i media. Ecco i requisiti per partecipare

La Regione Siciliana ha indetto una nuova selezione per il proprio ufficio stampa. Otto i giornalisti che saranno selezionati e ai quali sarà applicato il contratto dei dipendenti regionali. Sono stati pubblicati due bandi di concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di 8 giornalisti per l’Ufficio Stampa e Documentazione della Regione Siciliana, con sede di lavoro a Palermo. Nel dettaglio l’assessorato regionale alle Autonomie locali assumerà 5 Funzionari direttivi nella categoria professionale D con trattamento economico D1 profilo “Funzionario nei rapporti con i media – giornalista pubblico” del vigente CCRL del comparto non dirigenziale. Tra i requisiti richiesti: iscrizione all’Albo nazionale dei giornalisti, elenco dei professionisti, da almeno 10 anni e laurea in Lettere o Scienze della comunicazione.

Il secondo concorso, invece, è relativo all’assunzione di 3 Istruttori direttivi nella categoria professionale C con trattamento economico C1 profilo “Istruttore nei rapporti con i media – giornalista pubblico” del vigente CCRL del comparto non dirigenziale. Tra i requisiti richiesti: iscrizione all’Albo nazionale dei giornalisti, elenco dei professionisti, da almeno 10 anni e diploma di istruzione secondaria superiore. Le prove preselettive e scritte si svolgeranno a Palermo ed esclusivamente in via informatica. La prova orale potrà essere svolta in videoconferenza.

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente attraverso posta elettronica certificata (Pec) inviata entro le ore 23.59 del trentesimo giorno successivo alla pubblicazione del bando (avvenuta il 25 gennaio 2021) nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana. Nonostante la legge 150/2000 che non fa distinzione tra giornalisti pubblicisti e professionisti, sono stati però esclusi da un concorso pubblico i pubblicisti e, nel caso specifico, anche i giovani professionisti.