fbpx

Reggio Calabria, Putortì (Fdi): “l’amministrazione comunale invece di occuparsi dei problemi reali della città pensa a fare petizioni contro il fascismo”

palazzo san giorgio reggio calabria Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria, Putortì (Fdi): “la sinistra da sempre ha usato il “Fascismo” come capro espiatorio delle proprie mancanze di azione politica buttando su un determinato fatto storico tutte le attenzioni”

“Il Sindaco Falcomatà assieme a tutta l’amministrazione ha aderito al progetto di sottoscrizione popolare contro i simboli che inneggiano al “Fascismo” chiamandola battaglia di civiltà. Ma di quale civiltà stiamo parlando se ancora ad oggi viviamo in una città degradata su ogni punto di vista, spazzatura in ogni dove, strade ridotte a un colabrodo, periferie emarginate completamente, non possiamo parlare di civiltà se non abbiamo il senso etico della parola stessa“, è quanto scrive in una nota Giusepe Putortì di Fratelli d’Italia.

“La sinistra da sempre ha usato il “Fascismo” come capro espiatorio delle proprie mancanze di azione politica buttando su un determinato fatto storico tutte le attenzioni, chi fa politica deve dare una prospettiva alla comunità in modo che ci sia condivisione di intenti e di spiriti fra le parti e se ancora oggi parliamo di un determinato periodo storico dopo tanti anni si vede che l’attuale sistema in cui viviamo non riesce a dare risposte concrete e chi crede in determinati valori non si sente rappresentato dall’attuale classe dirigente, non sarà di certo vietando un simbolo a modificare una certa frangia di popolazione che ancora crede a determinati ideali. Pensiamo al presente, ma cosa più importante pensiamo al futuro che questa città e questa gente ne ha tanto bisogno”, conclude la nota.