fbpx

Reggio Calabria, Chilà (FDI): “richiesta di calendarizzare sopralluoghi all’Assessore Giuggi Palmenta”

Reggio Calabria, Chilà (FDI): “Far ripartire lo sport in città attraverso la qualificazione dell’impiantistica sportiva. All’assessore comunale allo Sport chiedo di calendarizzare dei sopralluoghi”

“Componente essenziale per lo sviluppo sociale ed aggregativo, lo sport da sempre ricopre un ruolo determinante nella nostra cultura, anche grazie alla sua funzione educativa. Il Covid e gli effetti disastrosi ad esso collegato, da un anno a questa parte, ha resettato tutto. Sport di squadra, individuali, palestre e piscine e addetti ai lavori costretti a fare i conti con una crisi nella crisi”. E’ quanto scrive in una nota Paola Chilà, Responsabile dipartimento Sport– FDI Reggio Calabria. “Perché se è vero che per il comparto economico e commerciale i ‘ristori’ non sono stati all’altezza delle perdite, c’è da dire che il settore sport è stato tra i più falcidiati. In riva allo Stretto, urge far ripartire la macchina dinamica dello sport, da quello amatoriale a quello agonistico, con i dovuti provvedimenti da parte dell’amministrazione comunale. Occorre dunque riqualificare e progettare nuovi spazi e soprattutto rendere fruibili le tante strutture sportive, ad oggi abbandonate a sé stesse.

Far ripartire lo sport per far ripartire il moto ondoso della socialità, perché lo sport è lo specchio della nostra forza aggregativa, in grado di trasmettere modelli di vita e pratiche di comportamento virtuose e di contatto intergenerazionale. Ma ovvio è che l’impiantistica fatiscente della nostra città non consente di avere ottimismo. Occorre un forte investimento su un settore fondamentale per il futuro della città. Dall’area nord alla periferia sud, passando dal centro città, tanti sono i nodi irrisolti di un’emergenza strutturale che non favorisce né stimola, società e cittadini a svolgere l’attività. Chiedo pertanto, all’Assessore comunale allo sport di Reggio Calabria, Giuggi Palmenta, di valutare assieme e con il partito che rappresento, quali siano le priorità di intervento, quali siano gli interventi programmati, e quali siano le azioni in itinere programmate dall’amministrazione comunale, per poi effettuare una calendarizzazione di sopralluoghi sull’intero territorio. Noi pronti a fare la nostra parte, il Comune faccia la sua”, conclude la nota.