fbpx

Reggina, la storia si ripete: quegli errori (a) sinistr(a)i [FOTO]

/

Per la Reggina la storia si ripete: lunedì, lo stesso errore già visto altre due volte nelle ultime sette partite. Sempre a sinistra…

Quegli errori sinistri. A sinistra. Per la Reggina la storia si ripete, è la terza volta in sette partite. In principio fu Ascoli, poi Lecce e ora Cosenza. Non se ne esce. L’errore è sempre lo stesso, con un denominatore comune, anzi uno e mezzo: Di Chiara e Delprato. Nelle tre partite sopracitate, il gol subito nasce sempre da sinistra, con il terzino protagonista in negativo. L’azione parte da rimessa laterale, l’ex Perugia è disattento, o in ritardo, e si fa saltare. Rete fotocopia al Cino e Lillo Del Duca e al Granillo contro il Lecce. Oggi Trotta, ieri Stepinski. Poco cambia. In ritardo, anche in questo caso, c’è Delprato, che arriva molle su entrambi. Mancanza di fisicità, probabilmente, ma anche di quella cattiveria assente dettata dall’inesperienza.

Le situazioni nel dettaglio. Ad Ascoli, così come a Cosenza, l’azione parte da rimessa laterale. L’errore principale in questo caso è di Cionek, impreparato e in ritardo sull’avversario che poi farà gol. Di Chiara copre, ma non è abbastanza “cattivo”, lasciando che il pallone diventi filtrante e invitante per l’attaccante. Contro il Lecce, invece, il giocatore del Lecce gira intorno al terzino, che anche in questo caso si limita a coprire, lasciando che il pallone entri in mezzo: qui Delprato, così come a Cosenza, perde il duello in fisicità con Stepinski e si fa anticipare. In alto la FOTOGALLERY con le tre immagini in questione.