fbpx

Reggina-Pordenone, Baroni alla vigilia: “Dobbiamo crescere in attacco. Formazione? Ho dei dubbi. E sugli indisponibili…”

baroni reggina

Reggina-Pordenone, conferenza stampa della vigilia per il tecnico amaranto Marco Baroni: le sue parole in merito al match di domani al Granillo

La Reggina si prepara ad ospitare il Pordenone al Granillo. Domani alle ore 15 (clicca QUI per vedere la partita) gli amaranto avranno di fronte la squadra di Tesser, squalificato e quindi non presente in panchina. Mister Baroni ha parlato alla stampa alla vigilia del match, informando circa le condizioni degli acciaccati e in merito a possibili dubbi di formazione. Queste le sue parole in conferenza.

COSENZA-REGGINA“C’è del rammarico perché la partita si poteva gestire in altro modo. Dopo lo 0-2, meritato, ci sono state per molto tempo delle situazioni in cui si poteva chiudere. Ho contato 17 transizioni in totale. Anche questo ci deve servire, non siamo riusciti a chiudere la gara. Quello che abbiamo fatto dopo il 2-2 andava fatto prima”.

LA SETTIMANA“Più che intoppi, gli acciacchi di qualche calciatore sono delle situazioni che io mi aspettavo perché chi è venuto a gennaio non aveva continuità di allenamenti e partite. Il calendario con partite ravvicinate non ci aiuta, infatti si parla di sovraccarichi e non di infortuni, ma fanno parte del percorso. Ancora il gruppo è eterogeneo e ci sono dei calciatori che stanno cercando di trovare la migliore condizione. Non voglio parlare di gestione ma di chi in settimana lavora bene e ha poi la possibilità di scendere in campo”.

REGGINA-PORDENONE“E’ una partita delicata e pericolosa. Vorrei spostare l’attenzione su queste squadre che danno continuità di guida tecnica, come anche il Cittadella. Portano avanti un sistema di gioco da tempo e hanno da questo punto di vista qualcosa in più. Serve una prestazione importante e giocheremo per vincere. Le insidie ci sono soprattutto per via di questi fattori consolidati, ma noi li conosciamo. Ci sarà da soffrire, l’avversario so da dove arriva e dove vuole arrivare. Giocare dopo aver conosciuto i risultati delle altre? Noi dipendiamo da noi e non dagli altri. I risultati li possiamo vedere per guardare la partita ma non il risultato”.

INDISPONIBILI“A parte Faty, Gasparetto e Rossi, alle prese con qualche fastidio, e Situm che dovrebbe essere con noi da martedì, tutti gli altri sono a disposizione anche se per qualcuno dobbiamo verificare la disponibilità pure per un impiego parziale”.

SOLUZIONI E DUBBI DI FORMAZIONE – “Non ho dubbi di formazione, devo solo fare delle verifiche su qualcuno. Quando ci sono calciatori che si allenano bene i dubbi ci sono sempre, le scelte si fanno perché un allenatore deve avere sempre le idee chiare. Denis-Montalto dall’inizio? E’ una strada praticabilissima, quando la squadra è in grado di sostenerli. Anche in allenamento li proviamo. Si può fare dall’inizio o in corso. Abbiamo una rosa che mi tiene tranquillo, nel senso che se dovesse mancare qualcuno ci sono gli altri. Io sono abituato a guardare chi alleno come titolare, non mi piace nascondermi dietro alibi o assenze, se non c’è uno gioca un altro, anzi è da stimolo questo per i calciatori. Voglio che mi mettano in difficoltà e lo stanno facendo”.

L’ATTACCO“Dobbiamo crescere dal punto di vista offensivo, ho parlato con i giocatori sull’esterno, si può fare molto di più e ne sono convinto. Gli esterni devono aumentare la loro presenza in area, vedo delle risposte ma come sempre parla in campo”.

Reggina-Pordenone, dove vedere il match di Serie B: info su diretta Tv e live Streaming

Reggina-Pordenone, Tesser: “Amaranto ottima squadra, fanno risultato e subiscono poco”. I convocati