fbpx

Reggina, le ultime dall’infermeria: in cinque in dubbio, ma solo uno va verso il recupero

Lakicevic e Nicolas

La Reggina domenica affronta il Pordenone, mister Baroni dovrà fare a meno di qualche elemento: queste le ultime news dall’infermeria

La Reggina non si vuole fermare. Nonostante i tanti rimpianti di lunedì sera a Cosenza, la compagine amaranto non perde da cinque partite e ha ritrovato nuove certezze. Dopo tre scontri diretti, però, domenica al Granillo arriva il Pordenone, avversario che apre un ciclo di partite terribili dove Nicolas e compagni affronteranno perlopiù squadre che si trovano nella parte destra della classifica.

Mister Baroni si opporrà alla squadra neroverde dovendo fare a meno di qualche elemento. Le tre gare in sette giorni della scorsa settimana hanno un po’ “spolpato” il gruppo, considerando che tanti arrivati a gennaio non giocavano da mesi. E così il tecnico si ritrova infortunati di lungo corso e acciaccati. In totale sarebbero cinque gli indisponibili, che fino a domenica sono destinati a ridursi a quattro. Solo uno va verso il recupero. Ma andiamo con ordine.

Di Faty si sono “perse le tracce”, ma considerando l’imbarazzo della scelta in mezzo il problema è passato in secondo piano. Nelle ultime settimane, in più, si sono aggiunti Situm, Micovschi e Lakicevic, con Stavropoulos che è invece uscito malconcio dal San Vito in quanto non al meglio già prima della gara. Di questi, l’unico recuperato è il romeno del Genoa, pronto a dare respiro alla batteria degli esterni a disposizione di Baroni. Sugli altri quattro le chance sono invece minori. Montalto e Cionek, anch’essi non al meglio lunedì ma “costretti” a fare il proprio ingresso in campo, sono invece recuperati. A questo punto è facile pensare, per domenica, alla conferma di Delprato a destra e a Loiacono accanto a Cionek al centro.