fbpx

Reggina, che entusiasmo Edera! “Reggio è il posto migliore per mettermi in gioco, fondamentale la chiamata di Baroni”

edera reggina

Parole importanti, in sede di presentazione, per il nuovo esterno della Reggina Simone Edera: “Ho scelto la Reggina perché mi ha voluto più di tutti”

Arriva sabato, esordisce dal primo minuto lunedì. Pochissimi giorni a Reggio Calabria per il nuovo calciatore della Reggina Simone Edera, che ha però sin da subito destato un’ottima impressione nel match contro la Salernitana. L’esterno scuola Torino è stato presentato alla stampa questa mattina.

Ho scelto la Reggina perché mi ha voluto più di tuttiha detto – Ha grandi ambizioni e progetti, io ho voglia di mettermi in gioco e secondo me questo era il posto migliore per farlo. Importante Mihajlovic nel mio passato? Sì, dal suo arrivo c’è stato subito un buon feeling al Torino, un bel rapporto, e mister Baroni è simile in questo anche nel modo di giocare, con un 4-2-3-1 che vede gli esterni attaccare. La sua chiamata è stata fondamentale per farmi venire qui”.

Poi un passaggio sulle ambizioni personali e di squadra e sul match di lunedì: “Ero disperato per l’occasione fallita in avvio. Pensavo la prendesse Montalto, non mi aspettavo che il pallone arrivasse a me. Credo che la il campionato di B non sia facile. Sono in una squadra di qualità, forte e che non rispecchia la classifica attuale. Perché non ho ancora sfondato? Spesso si guarda il giovane che gioca all’estero, il giovane italiano viene un po’ messo da parte. Se un giocatore è forte viene comunque fuori prima o poi, questo è quello che penso”.

Infine, il ricordo della Reggina del passato: “Mi sono fatto una bellissima idea, negli anni 2000 seguivo il calcio e la Serie A, la Reggina la guardavo sempre. Son passati grandissimi giocatori come Pirlo, Baronio, Bianchi, Amoruso, poi mister Mazzarri”.