fbpx

Quali sono i vantaggi nell’attivazione della PEC online

Siamo abituati a utilizzare alcuni strumenti digitali nell’ambito delle molte e diverse attività che portiamo avanti ogni giorno. Tra questi c’è senza dubbio la posta elettronica, particolarmente utile in ambito lavorativo ma sempre più spesso sfruttata anche per compiere gesti di quotidiana routine. Nel contesto delle comunicazioni online, bisogna soffermarsi sulla grande diffusione che sta conoscendo uno strumento come la PEC. Stiamo parlando della Posta elettronica certificata, ovvero di quel sistema che permette di spedire mail il cui valore legale viene equiparato a una raccomandata A/R.

Molte sono le differenze tra questi due strumenti, in primis occorre affermare come la PEC presenti alcune interessanti caratteristiche extra. Si tratta per esempio della possibilità di fornire la certezza a valore legale sia per quanto riguarda l’invio che in merito alla consegna (o mancata tale) del messaggio. Viene attestato l’orario esatto della spedizione, inoltre non essendo possibile effettuare alcuna modifica al testo e suoi eventuali allegati offre anche la certezza in merito al contenuto. L’attivazione della PEC online è semplicissima, questione di pochi clic. Una volta portata a termine questa operazione, lo scambio dei messaggi sarà certificato e acquisirà valore legale. Un aspetto molto importante in caso di contestazione davanti al giudice.

Il contenuto del messaggio è inalterabile

Cerchiamo di capire meglio e nello specifico quali siano i vantaggi dell’attivazione PEC, iniziando dal contenuto del messaggio. Quest’ultimo è infatti reso non modificabile e la sua integrità resta sempre assicurata. Come funziona la PEC? Viene inserita nella “busta di trasporto”, ovvero una busta virtuale che viene firmata dal gestore PEC. Contiene il messaggio originale e tutte le info necessarie per certificare la comunicazione. Sarà apposta inoltre una firma elettronica, in pratica l’evoluzione digitale del vecchio timbro postale. In questo modo ci si assicura che il messaggio resti integro arrivando correttamente a destinazione.

Il valore legale dell’invio e della consegna

Abbiamo accennato al fatto che la PEC offre certezza con valenza legale in merito a invio e consegna del messaggio. Quest’ultimo, una volta che sarà stato inviato, verrà preso in carico dal gestore del servizio. Si riceverà comunicazione dell’avvenuta trasmissione, così da certificare l’orario di invio della PEC stessa. Verrà poi inviata un’ulteriore ricevuta per certificare l’avvenuta consegna alla casella del destinatario. È più facile a farsi che a dirsi: tutti questi passaggi, che potrebbero sembrare a un primo sguardo macchinosi, avvengono nell’arco di pochi secondi.

Quali sono le differenze rispetto alla mail tradizionale

Il fatto che la PEC abbia valenza giuridica rappresenta la principale differenza rispetto alla mail tradizionale (ovvero quella che viene inviata da un normale account). Con riferimento a quest’ultima, se il destinatario del messaggio dovesse affermare di non averla ricevuta non ci sarebbe modo di dimostrare il contrario. Vi è un alone di incertezza molto grande, soprattutto perché il contenuto di una mail tradizionale non è inalterabile e dunque può essere facilmente modificato (uno strumento non affidabile, specie davanti al giudice). La vecchia mail non ha valore di prova, mentre la PEC – come abbiamo visto – ha valore legale, esattamente come avviene per una raccomandata A/R. L’attivazione della PEC consente dunque di utilizzare uno strumento che è perfetto per inviare comunicazioni scritte a privati, pubbliche amministrazioni, professionisti e imprese.