fbpx

Pescara-Reggina, Breda: “Ringrazio il club amaranto, senza Foti e Giacchetta non avrei fatto l’allenatore”

Roberto Breda Foto De Vitis / Ansa

Pescara-Reggina: le parole alla vigilia del tecnico dei biancazzurri Roberto Breda, che ha speso belle parole per il club amaranto

Non solo Baroni. Anche il tecnico del Pescara Roberto Breda ha parlato alla vigilia del match dell’Adriatico tra i nerazzurri e la Reggina (clicca QUI per vedere la partita). Oltre alla sfida di domani e alla condizione dei suoi, tra cui i nuovi arrivati, l’allenatore ha anche parlato del club dello Stretto e dei suoi trascorsi in panchina, ringraziando la piazza per quello che gli ha regalato.

“Domani è uno scontro diretto – ha detto Breda ai giornalisti collegati in conferenza stampa – è una partita importante e da vincere. Dobbiamo fare la partita giusta, con grande determinazione. Questo non vuol dire essere sbilanciati ma fare attenzione ad ogni dettaglio, ad ogni palla inattiva, ad ogni contrasto. Indisponibili? Ceter sta bene, ha saltato qualche allenamento ma poi è rientrato in gruppo. I nuovi son tutti pronti a giocare e sulla carta potrebbe partire dall’inizio. Ovviamente bisogna capire come utilizzarli anche dal punto di vista del minutaggio. Difesa a 3 o a 4? Ancora non so neanch’io la formazione (ride, ndr)”.

Poi le parole sulla Reggina: “Si è rinforzata, così come tutte le squadre che stanno sotto. Ha cambiato modulo col nuovo allenatore e quindi ha preso degli esterni funzionali. Se dal punto di vista del calciatore devo tutto a Salerno, dal punto di vista dell’allenatore devo tutto a Reggio. Se non mi avessero chiamato loro io non avrei fatto questo mestiere. Mi hanno dato l’opportunità di imparare, prima con tre anni in Primavera e poi in prima squadra. Sono molto legato a quella piazza e alle persone che allora mi aiutarono, anche se ora non fanno più parte della società, come il presidente Foti e il direttore sportivo Giacchetta“.

Pescara-Reggina, dove vedere il match di Serie B: info su diretta Tv e live Streaming

Pescara-Reggina, c’è Maresca due settimane dopo il faccia a faccia con Conte: “Sei sempre tu”