fbpx

‘Ndrangheta a Reggio Calabria, Seby Vecchio si è pentito: adesso trema la politica reggina

seby vecchio

‘Ndrangheta a Reggio Calabria, Seby Vecchio ha iniziato a collaborare con la giustizia

C’è un nuovo pentito a Reggio Calabria. Si tratta dell’ex assessore comunale Seby Vecchio. La notizia circolava da settimane ma proprio in questi giorni è stata anticipata a margine del processo “Gotha” dove i sostituti procuratori della Dda Stefano Musolino e Walter Ignazitto hanno anticipato il deposito di alcuni verbali del nuovo pentito. Assistente capo della polizia di Stato, Seby Vecchio è stato arrestato lo scorso ottobre con l’accusa di associazione mafiosa nell’ambito dell’operazione “Pedigree 2” contro la cosca Serraino. Vecchio, infatti, era ritenuto dalla Dda, il politico di riferimento della consorteria mafiosa. In sostanza dalle indagini, coordinate dal procuratore Giovanni Bombardieri, era emerso che il clan Serraino gli assicurava “consistenti pacchetti di voti in occasione delle elezioni” e lui “sfruttava il ruolo di consigliere e assessore comunale per garantire favori ai membri della cosca di appartenenza e agli esponenti di altre articolazioni della ‘ndrangheta reggina“. Al momento c’e’ il massimo riserbo sulle sue dichiarazioni ai magistrati.

Reggio Calabria, Seby Vecchio arrestato per ‘Ndrangheta. Il suo impegno elettorale: “io voto Falcomatà”. E la compagna era candidata nella lista de “La Svolta”