fbpx

Milano, maxi operazione antidroga: il traffico si estendeva anche a Roma e Reggio Calabria, 37 arresti

droga operazione italia albania

L’operazione Miracolo è stata condotta dalla sezione antidroga della Squadra Mobile di Milano: il maxi traffico di droga si estendeva anche a Emilia-Romagna, Lazio, Puglia e Calabria: smantellate due cosche

Sono 37 le persone arrestate per un maxi traffico di droga tra Italia e Albania. Sono tutti finiti in carcere (ad eccezione di una persona ai domiciliari) nell’ambito di un’operazione della sezione antidroga della Squadra Mobile di Milano, coordinata dal pm Bruna Albertini che prende il via dall’arresto di Santo Tucci, noto come ‘il killer delle carceri’, avvenuto il 2 ottobre 2018 nell’ambito dell’operazione ‘Miracolo’. Tucci aveva con sé e 28 chili di hashish, 1,7 chili di cocaina, due pistole Makarov non registrate con un silenziatore di fabbricazione artigianale. Armi e silenziatori dello stesso tipo sono state trovate in possesso di Pietro Amante e Agatino Maurizio Scollo, i due pregiudicati a capo dell’organizzazione italiana smantellata dal blitz della polizia.

Il loro territorio era quello di Corsico, Trezzano sul Naviglio e Buccinasco, a Sud di Milano, ma i loro traffici si estendevano anche a Emilia-Romagna, Lazio, Puglia e Calabria. Dodici componenti dell’organizzazione, tra cui Amante e Scollo, sono stati arrestati in flagranza. Sequestrati 4 kg di cocaina 35 kg di hashish e 52 kg di marijuana sono stati trovati anche circa 260mila euro in contanti e due pistole Makarov con silenziatore artigianale. Collaboravano con un gruppo di spacciatori albanesi molto ben organizzati e radicati in Italia. Due persone sono anche state arrestate in Albania. Entrambe le organizzazioni avevano una struttura solida e potevano disporre di depositi e di almeno 9 auto riadattate per trasportare droga e denaro che sono state sequestrate insieme a 3 scooter e 2 moto. Eseguite anche numerose perquisizioni in diverse citta italiane tra cui Bergamo e Reggio Calabria.