fbpx

A Messina e Reggio Calabria l’affascinante spettacolo notturno della “Lupa di Mare”: perchè quest’anno è arrivata con 3 mesi d’anticipo

  • Foto © StrettoWeb
    Foto © StrettoWeb
  • Foto © StrettoWeb
    Foto © StrettoWeb
  • Foto © StrettoWeb
    Foto © StrettoWeb
  • Foto © StrettoWeb
    Foto © StrettoWeb
  • Foto © StrettoWeb
    Foto © StrettoWeb
  • Foto © StrettoWeb
    Foto © StrettoWeb
  • Foto © StrettoWeb
    Foto © StrettoWeb
  • Foto © StrettoWeb
    Foto © StrettoWeb
/

Meteo, la “Lupa di Mare” sta avvolgendo le zone costiere di Messina e Reggio Calabria a inizio Febbraio, in pieno inverno. E’ una significativa anomalia provocata dal caldo anomalo di queste ore

Scenario particolarmente suggestivo e affascinante questa notte in riva allo Stretto di Messina, le cui sponde sono avvolte dal fenomeno della nebbia di mare volgarmente nota come “Lupa”. Scarsa visibilità, a tratti, anche tra le strade del centro cittadino (vedi foto nella gallery scorrevole a corredo dell’articolo). Il fenomeno è già di per sè particolarmente raro, ma solitamente si verifica sempre un paio di volte l’anno in primavera, quando – tra aprile e maggio – l’arrivo del primo caldo stagionale determina la formazione della classica nebbia di avvezione per lo scorrimento delle masse d’aria calde sulla più fredda superficie marina. Quest’anno la lupa è arrivata in grande anticipo, in pieno inverno a inizio Febbraio, a causa dell’ondata di caldo fuori stagione che sta interessando l’Italia in queste ore. Una grande anomalia che però si concluderà a breve, perchè secondo le previsioni meteo di MeteoWeb già nel prossimo weekend e in modo particolare nel giorno di San Valentino, Domenica 14 Febbraio, avremo un’irruzione di Burian proveniente dalla Russia che porterà freddo molto intenso con possibili nevicate fin sulle coste.