Categoria: MESSINANEWSSICILIA

Messina, interrogazione di Gioveni sul rifinanziamento dei fondi del Decreto Sicurezza per la proroga dei contratti di 46 vigili urbani

Messina, interrogazione di Gioveni sul rifinanziamento dei fondi del Decreto Sicurezza per la proroga dei contratti di 46 vigili urbani e assunzione dei 13 idonei in graduatoria

Di seguito il testo integrale dell’interrogazione di Libero Gioveni:

“Il sottoscritto Libero Gioveni, nella qualità di consigliere comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia, facendo seguito ad una propria simile interrogazione del 21 settembre 2020 relativa al contenuto in epigrafe e ad una propria formale richiesta inoltrata al sig. sindaco nella seduta della Commissione Bilancio del 25 gennaio u.s. durante il dibattito sul Bilancio di Previsione 2021 – 2023, Vi significa quanto segue:

La delibera di Giunta n. 760 del 31/12/2020 relativa al fabbisogno del personale per il triennio 2021-2023, come è a Voi noto, non ha previsto alcuna proroga dei contratti a tempo determinato per gli attuali 46 vigili urbani assunti con il Fondo nazionale per la Sicurezza urbana (meglio noto come “Decreto Sicurezza”), né tanto meno per l’assunzione dei 13 agenti idonei utilmente collocati nella vigente graduatoria, in quanto tali auspicabili procedure vanno adottate appunto con forme di finanziamento extra Bilancio.

Tuttavia, essendo già trascorsi 6 mesi dall’assunzione dei 46 agenti e avendo già piacevolmente verificato che altri Comuni (come quello di Napoli che ha già prorogato all’inizio del corrente anno i contratti scaduti dei suoi 146 vigili concorsisti attraverso il rifinanziamento del Decreto Sicurezza) si siano attivati col Ministero dell’Interno, lo scrivente ribadisce la necessità per codesta Amministrazione di dover avviare urgentemente una interlocuzione col nuovo Governo nazionale per questa giusta causa.

Peraltro, al netto dell’opportunità di non rimanere fuori da quella serie di Comuni possibili destinatari di tali preziose risorse, è di tutta evidenza il fatto che la città di Messina necessiti “come il pane” di rimpinguare il Corpo di polizia municipale, certamente molto più di altre città italiane, atteso che il nostro territorio è l’unico dell’intera nazione che è soggetto a una autentica servitù di passaggio.

Anzi, proprio tali criticità e condizioni viarie e di sicurezza al limite, presupporrebbero, come più volte sollecitatovi dall’odierno interrogante, l’urgente necessità di richiedere al Governo i famosi “poteri speciali” a distanza di ben 14 anni dall’ultima O.P.C.M. (la n. 3633), che permetterebbero addirittura, attraverso l’istituzione della figura del Commissario delegato per l’emergenza traffico, di giustificare l’assunzione a tempo indeterminato di nuovi agenti.

Pertanto, alla luce di tutto quanto sopra esposto, il sottoscritto consigliere comunale

I N T E R R O G A

le SS.LL in indirizzo, ognuno per la parte di propria competenza, al fine di conoscere:

1. se e quando intendano perseguire l’importante obiettivo di ottenere il rifinanziamento del Fondo Nazionale per la Sicurezza urbana;

2. se, quando e in che modo codesta Amministrazione vorrà procedere per prorogare i contratti a tempo determinato dei 46 agenti in scadenza il prossimo mese di agosto ed assumere gli attuali 13 idonei in graduatoria;

3. se sia nelle intenzioni del sig. sindaco e se lo stesso ritenga sussistano le condizioni per avviare formalmente l’iter per la richiesta al Governo dei “poteri speciali” per l’emergenza traffico al fine di ottenere le necessarie deroghe per l’espletamento di procedure concorsuali finalizzate all’assunzione a tempo indeterminato di nuovi vigili urbani”.