fbpx

Messina, “Educare in Comune”: pubblicato l’avviso di manifestazione di interesse

Palazzo Zanca Messina

Messina, “Educare in Comune”: pubblicato l’avviso di manifestazione di interesse. Scadenza della presentazione delle domande lunedì 15 febbraio

E’ in pubblicazione da oggi, venerdì 5 febbraio 2021, all’Albo Pretorio del Comune di Messina ed è disponibile sul sito istituzionale del Comune l’avviso di manifestazione di interesse finalizzato a partecipare, in qualità di partner, alla co-progettazione della candidatura del Dipartimento Servizi alla Persona e alle Imprese del Comune di Messina, Servizio Politiche Europee, Pianificazione e Programmazione Strategica, su iniziativa dell’Assessorato alle Politiche Sociali, in risposta all’avviso “Educare in Comune” del Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per il finanziamento di progetti per il contrasto della povertà educativa e il sostegno delle opportunità culturali e educative di persone minorenni – area tematica A “famiglia come risorsa”. L’area tematica, presa in considerazione da detta manifestazione di interesse, prevede interventi che intendono favorire progetti in grado di attuare modelli di benessere familiare basati sulla cura, la socializzazione, la prevenzione delle forme di istituzionalizzazione dei minorenni, l’educazione di bambini e giovani, anche con fragilità o appartenenti a fasce sociali svantaggiate nei propri contesti di vita, nonché di sostenere i minorenni e le famiglie, in particolar modo quelle con più figli minorenni, nella ricerca delle personali risposte ai propri bisogni o problemi. Ciò significa strutturare, attorno al minorenne in difficoltà, una proposta di interventi complementari, a supporto anche delle competenze genitoriali della famiglia di provenienza, che spaziano dalle buone relazioni, alle attività di prossimità. Per quanto sopra, si indice un’istruttoria pubblica per l’individuazione di uno o più soggetti che abbiano i requisiti di ammissibilità di cui all’art. 2 della manifestazione pubblicata e che siano disponibili a: co-progettare una proposta progettuale con il Dipartimento Servizi alla Persona e alle Imprese – Servizio Politiche Europee, Pianificazione e Programmazione Strategica, in sinergia con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Messina, da candidare all’avviso del Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio “Educare incomune” – Area A. “Famiglia come risorsa”, in linea con gli obiettivi del Dipartimento Servizi alla Persona e alle Imprese del Comune di Messina – Servizio Politiche Europee, Pianificazione e Programmazione Strategica e con le indicazioni progettuali contenute nell’Allegato C predisposto da questa Amministrazione – Assessorato Politiche Sociali, per l’area tematica scelta, che costituisce parte integrante della presente manifestazione di interesse; partecipare in forma associata, nelle modalità individuate dal decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 “Testo unico degli enti locali”, aggiornato con le modifiche apportate dal decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175, dalla legge 11 dicembre 2016, n. 232 e dal decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, con il Dipartimento Servizi alla Persona e alle Imprese – Servizio Politiche Europee, Pianificazione e Programmazione Strategica, in sinergia con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Messina in caso di finanziamento della proposta da parte del Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio; co-gestire con il Dipartimento Servizi alla Persona e alle Imprese – Servizio Politiche Europee, Pianificazione e Programmazione Strategica, in sinergia con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Messina la proposta candidata, esercitando un ruolo operativo. Possono partecipare alla manifestazione di interesse e alla co-progettazione della candidatura, tutti gli enti interessati, pubblici, statali e/o parificati, gli enti privati tra cui, ai sensi dell’art. 2, comma 6, del decreto del Ministro per le pari opportunità e la famiglia 25 giugno 2020, i servizi educativi per l’infanzia e adolescenza, gli enti del terzo settore, le imprese sociali e gli enti ecclesiastici e di culto dotati di personalità giuridica, singolarmente o raggruppati in partnership. Per i soli enti privati coinvolti tra cui, ai sensi dell’art. 2, comma 6, del decreto del Ministro per le pari opportunità e la famiglia 25 giugno 2020, i servizi educativi per l’infanzia e l’adolescenza, gli enti del terzo settore, le imprese sociali e gli enti ecclesiastici e di culto dotati di personalità giuridica, devono avere maturato una comprovata esperienza di almeno tre anni nell’area tematica per la quale è posta la candidatura, secondo quanto previsto dall’articolo 4, comma 2, dell’avviso di che trattasi e prevedere, nell’oggetto dello statuto o dell’atto costitutivo, una o più aree tematiche tra quelle descritte nell’allegato 1 dello stesso avviso. Le relative istanze dovranno essere trasmesse esclusivamente via PEC all’indirizzo protocollo@pec.comune.messina.it entro la data di lunedì 15/02/2021, a pena di esclusione. Nell’oggetto della PEC deve essere indicato l’oggetto: Avviso pubblico “EDUCARE IN COMUNE” – Area A. “Famiglia come risorsa”. Tutta la documentazione deve essere trasmessa firmata digitalmente dal legale rappresentante del soggetto proponente. Il documento è firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs. 82/2005 e ss.mm..ii. e norme collegate e sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa.