fbpx

Mahrez, ma che fai? Un truffatore spende a volontà con la sua carta di credito: il calciatore se ne accorge dopo 5 settimane

Foto di Michael Regan / POOL / Ansa

Un truffatore ruba i dati della carta di credito di Mahrez e si dà alla pazza gioia spendendo circa 200.000 euro: il calciatore se ne accorge dopo 5 settimane

“La cosa più sorprendente è che qualcuno possa sperperare 175.000 sterline su una carta di credito senza che colui che l’ha persa se ne renda nemmeno conto”, questo il commento rilasciato al Sun dall’ex ispettore capo della polizia Mick Neville in merito alla vicenda che ha coinvolto Riyad Mahrez. Il giocatore è rimasto vittima di una vera e propria frode ma, nonostante i 200.000 euro evaporati dal suo conto, attraverso continue transazioni, non si è accorto di nulla per 5 settimane.

La truffa risale al 2017, quando ancora l’algerino giocava nel Licester. Ad orchestrarla è stato Sharif Mohamed, un autista di carrelli elevatori che in poco più di un mese ha speso 175.830 sterline tra feste sulla spiaggia, hotel di lusso, shopping nelle boutique più esclusive e puntate al casinò. Tutto è iniziato con una telefonata presso la banca Barclays in cui un uomo si è finto Mahrez ed ha ordinato una carta di credito a suo nome. Scoperta la truffa con colpevole ritardo, Mahrez si è subito adoperato per fermare l’uomo che ha tentato di giustificarsi spiegando di aver agito per conto di un membro disonesto della banca. L’assenza di prove però ne ha fatto scattare le manette. Fuori su cauzione è in attesa del processo previsto per il prossimo 25 febbraio.